Taiga

Taiga

Paesaggio continentale per eccellenza, la Taiga è uno dei biomi terrestri principali e maggiormente esteso. Consiste principalmente in foreste di conifere che vestono le regioni sub artiche boreali, l’Eurasia e l’America. Per avere un’idea della vastità della Taiga basti pensare che costituisce un terzo delle foreste terrestri.

Clima:
Limitata a nord dalla Tundra artica e a sud dalle foreste temperate, la Taiga è caratterizzata da terreni umidi che non di rado danno ospitalità a sconfinate radure, zone umide, paludi e torbiere, ecosistemi di vitale importanza per la sopravvivenza di molte specie acquatiche e terrestri. 

Questo ambiente particolarmente suggestivo, è caratterizzato da un clima continentale rigido e particolarmente secco. Gli inverni di norma sono lunghi e freddi e possono durare fino ai 10 mesi, mentre le estati sono brevi eppure ben soleggiate. 

Durante l’inverno le temperature raggiungono perfino i -45° mentre in estate si oscilla fra gli 8 ed i 16°.

Per quanto piova davvero di rado, il terreno è pur sempre umido vista la notevole presenza di falde acquifere.

Flora:
E’ costituita da un’altissima percentuale di latifoglie e caratterizzata dalla presenza discontinua di un bel sottobosco. Comuni i muschi, i licheni e le ericacee. In linea di massima la vegetazione della taiga è omogenea nei vari continenti, con qualche piccola differenza fra la taiga euroasiatica e quella canadese – americana. 

Fra gli arbusti che nella Taiga euro asiatica la fanno da padroni impossibile non citare l’abete rosso, l’abete siberiano, l’abete degli urali, il pino silvestre o il cembro asiatico. Non manca nemmeno il larice siberiano e quello bianco, la betulla, il pioppo e il salice artico.

La taiga canadese è invece caratterizzata da abeti neri, abeti bianchi americani, abeti balsamici, il larice americano o quello dell’Alaska, il pino contorto e quello delle rocce, la betulla bianca e dell’Alaska e dal pioppo balsamico. 

Fauna:
Diversamente da come si potrebbe immaginare, la Taiga è casa di moltissime specie animali; fra le più comuni le renne, i visini, castori, alci ed ermellini. Ben diffusi anche il gallo cedrone, il gufo reale ed il merlo siberiano.

Curiosità:
Il termine Taiga deriva da Tajgà russo, con probabile origine turca.

Schede Ambienti naturali