I ragni ogni anno predano più di 500 Milioni di tonnellate di insetti

Classe: | Ordine: | Famiglia: | Specie:

Predazione degli insettiOgni anno l’intera popolazione mondiale di ragni si stima predi un’enorme quantità di insetti, un numero da capogiro compreso fra i 400 e i 900 milioni di tonnellate.

Sono davvero tanti se considerato che la quantità di carne e pesce consumata ogni anno dall’uomo si aggira sulle 400 milioni di tonnellate.

I ragni sono una Classe degli Artropodi che vantano un successo evolutivo senza pari, possiamo trovarli dal deserto, alle praterie, alle foreste, fino alla tundra artica. Ad oggi ne sono state individuate più di 45000 specie.
I ricercatori dell’Università di Basel in Svizzera stimano che mediamente per ogni metro quadro del globo terrestre ci siano 131 ragni, con delle densità massime che in alcune aree raggiungono i 1.000 individui.

Giusto in pochi casi i ragni non sono carnivori, misurare il loro effettivo impatto sulla predazione è davvero difficile dato che monitorare i ragni nelle loro piccole tane è quasi impossibile, così i ricercatori per stimare la quantità di biomassa mangiata dai ragni sono partiti da quantificare il peso della popolazione mondiale di ragni.

Partendo dai dati di copertura del suolo globale per ogni tipologie di ambiente, è stato possibile stimare che il peso totale dei ragni sulla Terra è di 25 milioni di tonnellate.

Per calcolare la quantità di cibo che la massa totale di ragni possono mangiare sono stati utilizzati due metodi; uno stimando semplicemente il fabbisogno di cibo per massa, e per molte specie questo valore si aggira sul 0,1 mg di alimento per 1 mg di peso corporeo del ragno. O circa il 10% di peso corporeo per milligrammo al giorno. Valore che può scendere anche allo 0,01 – 0,04 mg di cibo per ragno.
Il secondo metodo è stato invece incentrato sul calcolo di dati raccolti in campo dove i ricercatori hanno contato il numero di insetti medio predato annualmente dai ragni.

Gli insetti e i collemboli rappresentano il 90% delle prede dei ragni, solo alcune specie di maggiori dimensioni si nutrono di vermi e piccoli vertebrati come uccelli, pipistrelli e serpenti.
Le popolazioni di aracnidi che vivono nelle foreste e nelle praterie sono le responsabili di oltre il 95% della predazione di insetti sulla quota totale annua. In parte ciò è dovuto al fatto che la superficie di questi ambienti è fra le più estese, in parte perché sono aree poco disturbate dall’ambiente antropico, come invece accade per le popolazioni di ragni che vivono nei pressi di aree coltivate, dove sono quotidianamente a contatto con le attività antropiche ed i pesticidi.

Questo studio enfatizza ancora una volta l’importante ruolo della predazione dei ragni negli ambienti naturali come importante risorsa di controllo di insetti vettori di patologie in ambienti come le foreste e le praterie.

Schede Approfondimenti