Pit bull terrier

Classe: mammalia | Ordine: carnivora | Famiglia: canidae | Specie: canis lupus familiaris

Pit bull terrier

Di norma lo si conosce come Pit Bull e si tratta di un fantastico incrocio di due razze entrambe inglesi: il White terrier e l’Old bulldog. Il pit bull o american pit bull terrier è razza che si è iniziato a selezionare solo sul finire del XIX secolo e ancora non e riconosciuto ne dalla FCI ne dall’ENCI. 

La selezione venne effettuata in America e presto la razza, figlia di antenati spesso utilizzati durante i combattimenti fra animali, divenne famosissima e comunissima. 

Aspetto:
Praticamente tutti almeno una volta nella vita hanno visto un pit bull in quanto cane estremamente comune, di media e piccola taglia, che regala comunque immediatamente l’idea di esemplare potente e  dalla innata dinamicità. La sua forza è infatti ben più importante di quel che raccontano le sue dimensioni, spesso ridotte. E’ solido, muscoloso e scattante pur mantenendo una certa eleganza nel movimento.
Muso e portamento lo rendono davvero inconfondibile.

Carattere:
E’ un cane che il più delle volte viene definito tenace e coraggioso  per quanto spesso lo si sia considerato estremamente pericoloso. Non è un caso che proprio contro l’american pit bull terrier siano state promulgate numerose normative: si pensi che in Inghilterra si possono possedere pit bull solo se registrati e castrati. 

In linea di massima si può comunque affermare che la razza non è normalmente aggressiva verso l’uomo nei confronti del quale il più delle volte si dimostra non solo affettuoso ma anche sottomesso. Eppure mantiene l’istinto combattivo, per il quale è stato selezionato per decenni, che riemerge solo di rado a causa di manipolazioni umane.  

Cure:
Non necessità di alcuna cura particolare.  Il consiglio è quello di regalargli spesso passeggiate all’aria aperta, ma soprattutto portarlo periodicamente dal veterinario per controlli generici. 

Schede Cani