Setter inglese

Classe: mammalia | Ordine: carnivora | Famiglia: canidae | Specie: canis lupus familiaris

Setter inglese

Impiegato storicamente durante l’attività venatoria viste le sue eccezionali capacità, il setter inglese è originario dell’Inghilterra e si tratta di una razza migliorata grazie alla paziente selezione di Sir Edward Laverack intorno al 1808. Impiegato non solo durante la caccia, il setter inglese è ottimo animale da compagnia, estremamente intelligente e dotato di istinto sorprendente. Eccellente razza da riporto e da punta individua la preda con una semplicità che lo ha reso famoso. 

Aspetto:
E’ un cane elegante nelle forme, potente eppure estremamente leggero. Dotato di una taglia media a contraddistinguerlo sono non solo le sue pose raffinate e pacate, ma anche la sua sorprendente velocità e resistenza fisica che non ci si aspetterebbe. Il pelo lungo, sempre screziato e bicolore è morbido e le sue orecchie pendule gli regalano un aspetto bonario e affidabile.

Carattere:
Si tratta di una razza molto socievole e vivace. Il cane lega facilmente con il proprio padrone verso il quale si dimostra estremamente affettuoso. Consigliato per chi ha figli piccoli, il setter ama gli spazi aperti e le lunghe passeggiate. Per questo è consigliato soprattutto a chi dispone di giardino e di tempo da dedicargli. 

Cure:
Fra i problemi cui va più comunemente incontro il setter c’è certamente da ricordare la sordità congenita cui molti esemplari vanno soggetti; le orecchie pendule inoltre vengono spesso prese a mo di rifugio da molti parassiti. Ecco perché il consiglio è quello di tenerlo periodicamente sotto controllo, affidandone la cura e la prevenzione ad un buon veterinario.

Varietà di colore:
Il manto è sempre caratterizzato da numerose screziature di colore, che rendono il setter se possibile razza ancora più elegante. Il mantello può essere bianco e nero, ma anche bianco e arancio, bianco e marrone e in alcuni casi tricolore, con diverse sfumature di bianco e nero. 

Schede Cani