Andaluso

Classe: mammalia | Ordine: perissodactyla | Famiglia: equidae | Specie: equus caballus

Andaluso

Origini e caratteristiche del cavallo Andaluso:
Il nome prende origine dalla provincia spagnola della andalusia, fin dal medioevo questa razza ha sempre suscitato un grande fascino e rispetto, è inoltre conosciuta come Pura razza Spagnola.
Regnò nel nuovo mondo per molti secoli considerata come l’incarnazione della razza perfetta, sono cavalli molto apprezzati per le loro qualità ed il loro aspetto, quando i Mori invasero la Spagna nel 700 portarono con se i loro cavalli che incrociarono con quelli di razza spagnola, con il risultato della razza andalusa.
Nel Medioevo rappresentò il cavallo preferito da nobili e signori, influenzò in modo rilevante col suo sangue la razza lipizzano originata nel 1500.

La razza andalusa si distingue dalla colorazione del mantello che può essere pianca o grigio chiaro, solo occasionalmente baio. E’ un cavallo dalle proporzioni eccellenti, la criniera e la coda sono folte, possiede un muso leggermente convesso, orecchie piccole ed un collo possente.

L’andaluso è ben rinomato per le sue capacità di apprendimento e per il superbo temperamento.
La razza subì un forte declino nel 1800 quando Napoleone invase la Spagna, solo una mandria fu nascosta ed in seguito venne utilizzata per rigenerare la razza.
Un secondo declino avvenne nel 1832 in seguito ad una epidemia che decimò i cavalli spagnoli, anche in questo caso solo pochi esemplari sopravvissero per garantire il futuro della razza andalusa.

Schede Cavalli