Arabo

Classe: mammalia | Ordine: perissodactyla | Famiglia: equidae | Specie: equus caballus

Arabo

Origini della razza araba:
Originario della penisola Arabica, leggende narrano che i beduini del deserto nell’antichità credevano che questo cavallo fosse un dono di Dio, la razza è considerata molto antica e prende origine proprio grazie ai beduini che nel VI secolo d.C. ne selezionarono i primi esemplari per ottenere animali docili, dall’aspetto sicuro, imponente e fiero.

I cavalli arabi furono selezionati per poter percorrere lunghi percorsi attraverso il deserto,  usati anche in guerre e battaglie si resero necessarie qualità come la forza e coraggio per  la sopravvivenza in situazioni di forte stress ambientale. Nel corso dei secoli quando gli europei ebbero la necessità di migliorare i propri cavalli importarono dei ceppi di razza araba in tutto il continente.

Gli arabi selezionarono sette importanti ceppi per mezzo di metodi selettivi che vengono praticati ancora oggi. La razza pura araba discende da tre sottotipi: il siglaw, dotato di eleganza e molto apprezzato per la sua bellezza, il muniqui, dalla corporatura leggermente più esile e dotato di grande velocità, il kuhailan, potente, fiero e di buona tempra.

La razza araba possiede anche del sangue orientale come il berbero, siriano e arabo persiano. La grande diffusione della razza araba in tutto il mondo è avvenuta in seguito all’espansione dei Musulmani a partire dal VII secolo che attraverso la Spagna sono giunti in Europa.

L’arabo è una razza nobile molto apprezzata per l’eleganza dei suoi movimenti,  ma anche veloce e deciso, è un cavallo che in passato era considerato molto buono per essere impiegato in cavalleria. Oggi è impiegato per corse, salto ad ostacoli ed in maniera eccellente nell’endurance. Monta western ed all’inglese.

Caratteristiche morfologiche della razza araba: Morfologicamente la razza arabo è caratterizzata da un angolo del collo con la testa molto ampio, che permette una rotazione agevole in ogni direzione, la testa è asciutta con venature in rilievo e profilo concavo, orecchie piccole, riconoscibile per una protuberanza a forma di scudo situata in mezzo alla fronte, denominata jibbah che prende origine dalle orecchie fino all’osso nasale, gli occhi sono grandi, corte e mobili, ricurve verso l’interno. Possiede un dorso corto e corporatura robusta con altezza da 145 a 155 cm. 

Schede Cavalli