Abissino

Classe: mammalia | Ordine: carnivora | Famiglia: felidae | Specie: felis silvestris catus

Abissino

Dall’aspetto fiero e misterioso, anche le origini di questa razza affondano le radici in un passato dimenticato. Fa il proprio ingresso in Europa nel 1868 insieme ad un comando inglese di rientro dall’Abissina, l’Etiopia dei giorni nostri, eppure studi ottocenteschi dimostrano una somiglianza sorprendente con i gatti egiziani mummificati. Ciò è valso al gatto Abissino la fama di gatto con discendenza divina.

Aspetto:
La razza è caratterizzata da un corpo slanciato, elegante, sinuoso, muscoloso e snello. La testa dalla forma tipicamente triangolare, leggermente arrotondata è ampia e affusolata, sormontata da orecchie di media grandezza, che pure essendo larghe alla base non sono a punta. 

Punto forte dell’Abissino sono gli occhi, grandi, espressivi e in forma di mandorla. I colori possono variare dal giallo al verde fino al nocciola. 

Il pelo è corto e le zampe lunghe. La razza è dotata di una coda di lunghezza media, particolarmente grossa all’attaccatura e che si assottiglia lentamente. 

Carattere:
Lo si potrebbe descrivere dicendo che l’Abissino è un gatto vivace e particolarmente intelligente. Sempre attento, si dimostra non solo ubbidiente, ma anche affettuoso e giocherellone. 

Ama la compagnia di altri gatti e si dimostra poco aggressivo. Specie durante la crescita è caratterizzato da una forte curiosità e da una frizzante vivacità. 

Cure:
Questa razza è particolarmente forte e dunque non è necessaria alcuna cura specifica. Il pelo potrà essere curato con una bella spazzolata quotidiana, e le orecchie andranno pulite solo quando necessario.

Varietà di colore:
Il pelo dell’Abissino è reso inconfondibile dall’effetto ticking, un’alternanza di peluria chiara e scura e da almeno cinque varianti di colore. Il più caratteristico è il color lepre o ruddy.mIl gatto in questo caso sarà caratterizzato da un colore bruno arancio, con sulle punte una picchiettatura nera. mIl sorrel è invece una variante dal caratteristico colore rosso rame, con punte marroni.

Particolarmente suggestiva è la variante blu, con peluria azzurro grigiastra calda. 

Quella fawn è invece una variante caratterizzata da una peluria color rosa beighe picchiettata sulle punte di rosa caldo.

Il silver è una delle varianti più giovani e rare. Il color silver si abbinerà a tutte le varianti sopra elencate creando il black silver, il sorrel silver, il blu silver ed il fawn silver.

Schede Gatti