Certosino

Classe: mammalia | Ordine: carnivora | Famiglia: felidae | Specie: felis silvestris catus

Certosino

Razza nota e amata in tutto il mondo, quella del certosino ha una storia misteriosa. Di questi gatti dal pelo grigio tendente al blu se ne potevano trovare sia a Roma che in Francia fin dal XVI secolo, particolarmente apprezzati per la morbidezza della loro peluria. Il vero mistero si ricollega al loro nome; sono tre le teorie che ne danno una spiegazione, tutte ugualmente plausibili. Secondo la prima il certosino si chiamerebbe così in quanto allevato dai monaci certosini, in Francia, fin dall’XI secolo. La seconda teoria afferma che fossero particolarmente numerosi nei pressi di una Certosa, quella dei giardini del Lussemburgo, la terza invece si ricollegherebbe alla morbidezza del pelo del certosino, non a caso noto come gatto dei pellicciai. Il manto del certosino, morbido come lana, sarebbe stato a lungo commerciato e importato dalla Spagna durante tutto il settecento, con il nome di Pile de Chartreux, da tradursi come "lana del certosino".

Aspetto:
Gatto originario della Siria, il certosino è felino dalla taglia medio grande, pesante fra i 4 ed i 6 chili. La testa è caratteristicamente larga ma non rotonda, e le orecchie sono leggermente aperte sulla base con punte arrotondate. Gli occhi sfiorano le colorazioni arancio e rame, per quanto al momento della nascita siano di un particolare blu. 

Forte e robusto, il gatto è dotato di una muscolatura compatta. Il manto è denso e lanoso, folto e lucido.

Carattere:
Miagola poco, è dolce e socievole, in una parola si tratta di un gatto di buon carattere, pacifico, che ben si adatta ad essere animale da compagnia. Anche se disturbato il certosino tende a non graffiare ma a nascondersi, ecco perché è spesso grande amico dei più piccoli. Ama la solitudine, non ha problemi a trascorrere un intera giornata da solo e per quanto si diverta nel gioco, non è esattamente il gatto più dinamico che esista. Non lo disturba la vita in appartamento, purché possieda i propri spazi, ma preferisce la campagna dove facilmente diventerà il terrore dei topi.

Cure:
Pulite le orecchie del certosino solo se necessario e usate dei prodotti specifici. Il pelo dovrà essere spazzolato settimanalmente e per rendere più lucido il manto lo si potrà carezzare con un panno umido.

Varietà di colore:
Sono ammesse praticamente tutte le tonalità, dal grigio al grigio blu, più o meno chiare. E’ bene comunque che il manto sia il più possibile uniforme e privo di disegni, peluria bianca o striature. Queste sono presenti di norma alla nascita dei cuccioli, ma spariranno fin dai primi mesi.

Schede Gatti