Balenottera di bryde

Classe: mammalia | Ordine: cetacea | Famiglia: balaenopteridae | Specie: balenottera di bryde

Balenottera di bryde

La Balenottera di Bryde è un mammifero facente parte della famiglia dei Balaenopteridae, è stata scoperta recentemente ed è stato dimostrato che la Balenottera di Bryde e la Balenottera di Eden sono praticamente due specie sorelle, identiche in tutto, se non per l’area di distribuzione. Questo esemplare predilige maggiormente le acque tropicali e subtropicali, dove la temperatura deve essere sempre superiore ai 20 gradi centigradi. Si trova maggiormente nell’Oceano Pacifico, nell’Oceano Atlantico e nell’Oceano Indiano.

Possiede un corpo molto fusiforme, slanciato e idrodinamico, il corpo è di colore grigio scuro, mentre il ventre è di colore bianco-giallastro, può raggiungere una lunghezza di circa 16 metri, un peso di circa 20 tonnellate, presenta dimorfismo sessuale in quanto le femmine sono più grandi dei maschi. Possiede tre creste sulla testa, una piccola pinna dorsale falcata, piccole pinne pettorali, una pinna caudale appuntita. Quando la Balenottera di Bryde si immerge, a differenza degli altri esemplari, mostra spesso la coda, che muove da una parte all’altra. La sua dieta è composta principalmente da pesce di ogni tipo, come per esempio sardine, acciughe, sgombri, aringhe, ecc., da cefalopodi  e da crostacei. Quando questa balena si alimenta, cambia inversione di rotta improvvisamente, modificando spesso le variazioni dell’asse di nuoto. Si muove in maniera leggiadra, ricorda un delfino e non una balena.

Durante l’immersione può rimanere sott’acqua per molto tempo, anche se di solito riemerge ogni 8 minuti, rilasciando circa 4-7 soffi. Di solito viaggia in gruppi, i quali durante le immersioni possono occupare una notevole quantità di spazio marino, quando emerge mostra solo la punta della testa. È molto incuriosita dalle imbarcazioni, si avvicina spesso e nuota vicino a loro per diversi chilometri. Possono compiere piccole migrazioni durante i periodi invernali, ma non sono stati registrati grossi spostamenti. Purtroppo non si hanno molte informazioni sulla Balenottera di Bryde, la quale deve il suo nome al baleniere norvegese che l’ha avvistata per la prima volta, in quanto viene spesso confusa con la balenottera boreale. Gli studiosi sperano quindi, adesso che l’hanno identificata, di riuscire ad osservare maggiori caratteristiche sociali, comportamentali e riproduttivi.

Schede Mammiferi