Beluga

Classe: mammalia | Ordine: cetacea | Famiglia: monodontidae | Specie: delphinapterus leucas

Beluga

Generalità e morfologia:
Il Delphinapterus leucas, chiamato comunemente Beluga o Balena bianca,  è un cetaceo appartenente alla famiglia dei Monodontidi. Quando è allo stato adulto questo mammifero marino raggiunge in lunghezza i 5,5 metri per un peso complessivo di circa due tonnellate. L’animale si caratterizza per l’assenza della pinna dorsale e per il colore bianco candido degli esemplari adulti: infatti quando i Beluga sono giovani hanno una colorazione grigia scura uniforme, crescendo questa diventa dapprima focata con macchie più scure, poi gialla ed infine, verso i cinque anni di età, assume la definitiva colorazione biancastra. La loro bocca, di grandezza mediocre, ha mascella e mandibola armate ognuna di una ventina di denti molto forti ed aguzzi. Habitat: I Beluga sono principalmente abitanti dei freddi mari artici e compiono migrazioni più o meno regolari per sfuggire al troppo rigido clima invernale. La specie è particolarmente diffusa lungo le zone costiere del Canada, Groenlandia, Alaska e Russia.

Vita sociale e comportamento:
La specie è molto sociale e gregaria e si sposta in gruppi costituiti anche da centinaia d’individui. La caratteristica della loro struttura sociale risiede nel fatto che le comunità sono distinte in base al sesso, per cui si osservano gruppi di soli maschi e gruppi di femmine e cuccioli; inoltre i singoli individui tendono a non rimanere mai nella stessa comunità a lungo. I pescatori dei mari del Nord chiamano simpaticamente questo particolare Delfino bianco con il nome di “Canarino di mare” non tanto per la colorazione quanto per il fatto che quando sale in superficie per respirare, emette dei fischi che ricordano molto il canto dell’uccellino.

Corteggiamento e riproduzione:
Dopo una gestazione che può durare dai dodici ai quattordici mesi, le femmine danno alla luce solitamente un solo cucciolo. Non vi è un momento preciso nel quale avviene l’accoppiamento e di conseguenza il parto, molto dipende infatti dal luogo in cui l’animale vive. Tra mamma e figlio si può osservare una relazione molto forte che dura anche diversi anni, è sorprendente infatti notare come a volte il figlio, una volta divenuto adulto, possa incontrare nuovamente la madre e riconoscerla.

Schede Mammiferi