Criceto

Classe: mammalia | Ordine: rodentia | Famiglia: cricetidae | Specie: cricetus cricetus

Criceto

Noto anche come Cricetus cricetus, il criceto comune è una razza che rischia l’estinzione. E’ difficilmente reperibile e spesso è confuso con il dorato o siriano.
Originario dell’Europa Centrale e Orientale fu studiato per la prima volta nel 1774 quando popolava numerose regioni europee.

Aspetto:
Lungo non più di 31 cm riesce a raggiungere anche i 650 grammi di peso. Il criceto comune è dotato di una testa appuntita e di due occhi ben distanziati, grandi e neri. Le orecchie piccole e tonde gli regalano un aspetto socievole e dolce. Famoso per le due grandi tasche di cui è dotato all’altezza delle guance, queste sono utilizzate per depositarvi il cibo. Dispone di denti affilati e lunghi e può vivere fino agli otto anni. Mentre le zampe anteriori sono dotate di 4 dita, quelle posteriori sono composte da 5.

Carattere e Riproduzione:
D’inverno il criceto comune va in letargo e ogni settimana si sveglia per cibarsi delle riserve accumulate. La sua dieta è composta principalmente da semi, ortaggi, germogli e frutti. In rari casi si ciba di insetti e piccoli mammiferi. In primavera si chiude il ciclo del letargo e si apre il periodo amoroso.

Habitat:
Ama vivere in prati erbosi e campi coltivati, ma non disdegna nemmeno i centri abitati. Si dimostra capace di scavare lunghe gallerie sotterranee tutte dotate di una miriade di stanze, usate a mo di tana con più uscite. D’inverno il criceto comune va in letargo e ogni settimana si sveglia per cibarsi delle riserve accumulate.

Varietà di colore:
Il criceto comune conosce molte varietà di colori seppure la più comune è quella nera o bianca, color crema o rossastra.

Schede Mammiferi