Giaguaro

Classe: mammalia | Ordine: carnivora | Famiglia: felidae | Specie: panthera onca

Giaguaro

Generalità e morfologia:
Il giaguaro è un grosso felino americano appartenente alla famiglia delle pantere come la tigre e il leone. Il suo nome deriva da "Yaguar" che nella lingua degli indios significa ‘colui che uccide con un balzo’. E’ lungo circa un metro e mezzo a cui si devono aggiungere i 70 centimetri della coda ed è alto fino a 85 centimetri. Spesso viene confuso con il leopardo che però vive solo in Asia e in Africa per la pelliccia maculata che li accomuna. I giaguari per la caccia utilizzano il sistema tipico dei felini,ovvero, seguono furtivamente le loro prede e al momento opportuno balzano fuori e attaccano fulmineamente. E’ un abile arrampicatore e passa anche diverse ore della giornata sugli alberi. Si nutre principalmente di cervi, grossi roditori, i tapiri e avolta anche di pesci che afferrano dall’acqua con le zampe. A volte cacciano anche caimani e anaconde o i grandi peschi amazzonici Arapaima. Ha un cranio più voluminoso rispetto agli altri felini della sua famiglia, il che conferisce una maggiore potenza al suo morso. Preferisce uccidere le prede mordendole alla nuca anziché al collo, peculiarità unica tra i felini.

Habitat:
I giaguari vivono nelle fitte foreste amazzoniche del Centro America in prossimità di fiumi, dove possono trovare riparo e abbondanza di prede. Si adattano però anche ad habitat più aridi come in Argentina dove vivono in terreni più aperti nascondendosi tra le canne. Negli stati meridionali vivono nelle zone montuose coperte di foreste anche a 2500 metri sul livello del mare, come nel caso della Colombia.

Distribuzione:
Fino a pochi anni fa il giaguaro viveva in tutte le principali regioni del sud degli Stati Uniti, fino in Patagonia. Il suo areale andava quindi dall’America centrale fino a parte dell’america meridionale. Oggi, purtroppo la deforestazione e l’inquinamento hanno distrutto buona parte del suo areale e il giaguaro oggi sopravvive solo nel bacino amazzonico.

Riproduzione:
I giaguari possono riprodursi per 12 mesi all’anno, anche se quelli che abitano le regioni più settentrionali sembrano accoppiarsi solo tra gennaio e marzo così da evitare che i piccoli nascano nei mesi più freddi. LA gestazione dura dai 3 ai 4 mesi e le cucciolate vanno da un minimo di due ad un massimo di 4 cuccioli. Appena nati i piccoli sono scuri perché coperti completamente di macchie nere che poi con il tempo andranno a formare le classiche rosette che ne caratterizzano il mantello. Come per tutti i felini il maschio si disinteressa dell’allevamento dei cuccioli.

Schede Mammiferi