Lepre artica

Classe: mammalia | Ordine: lagomorpha | Famiglia: leporidae | Specie: lepus arcticus

Lepre artica

La simpatica Lepre artica sembra un batuffolo di cotone tutto da coccolare, ha le orecchie corte e spesse e il suo manto si unisce perfettamente con l’habitat permettendogli di sfuggire ai cacciatori. Questo piccolo mammifero vive all’interno della tundra del Nord America, diversamente da altre specie artiche non va in letargo e riesce a vincere il freddo pericoloso grazie alle modifiche morfologiche negli anni.

Grazie alla pelliccia folta il freddo torrido non è un problema, infatti il calore del corpo viene mantenuto da questo "piumone" naturale. Diverse volte gli scienziati che hanno monitorato la normale giornata di questi mammiferi, si sono accorti che le lepri scavano dei rifugi nella neve per riscaldarsi, proprio come lo scoiattolo artico.

Sono molto più grandi di un coniglio e le zampe sono più lunghe rispetto al loro cugino, di certo non hanno perso la velocità e la possibilità di saltare fino a 60Km/h. Durante il periodo primaverile, i colori del pelo cambiano e tendono ad essere simili ad un blu grigio, come i sassi presenti nella vegetazione locale.

La lepre artica è un animale solitario che raramente si trova in gruppi. L’accoppiamento avviene attraversi la scelta di territori dedicati, spesso un maschio non si accontenta di una sola compagna ma ne sceglie diverse. Solitamente ogni femmine partorisce una cucciolata all’anno sia in primavera che all’inizio dell’estate.

I cuccioli crescono rapidamente ed hanno la possibilità di essere maturi e indipendenti in pochi mesi, infatti dopo un anno sono già pronti per l’accoppiamento. Visto che il cibo in queste zone è scarso, gli animali si sono adattati a mangiare muschio, licheni e piante legnosi, la primavera e l’estate offrono un banchetto più ampio con radici, cortecce e bacche.

Purtroppo la specie è spesso oggetto di caccia sia per cibo che per la sua pelliccia.

Schede Mammiferi