Muflone

Classe: mammalia | Ordine: artiodactyla | Famiglia: bovidae | Specie: ovis musimon

Muflone

Il Muflone è un mammifero ungulato (cioè animali che possiedono un numero pari di dita e le zampe vengono sostenute principalmente dal terzo e dal quarto dito, a differenza dei perissodattili che posseggono zampe con un numero dispari di dita e che il peso viene appoggiato per di più sul terzo dito) facente parte della famiglia dei Bovidi. Questo animale, famoso soprattutto per il suo nome, in quanto definire qualcuno o qualcosa “muflone”, indica in modo satirico qualcosa di stereotipicamente mascolino, inteso come rozzo, peloso, puzzolente o qualche caratteristica legata al sesso, deve la sua origine all’uomo. E’ indissolubilmente accertato che la sua origine sia dovuta all’evoluzione di passati esemplari di pecore ancestrali, i quali a loro volta furono trasportati dall’uomo in zone insulari e fatte r-inselvatichire con il passare dei millenni.

È esclusa quindi l’ipotesi passata, che il Muflone potesse essere un progenitore dell’attuale pecora. Questo animale è particolarmente diffuso sulle isole mediterranee, in Europa Continentale e Centrale, in Cile, negli Stati Uniti, in Italia, in alcune penisole, sull’ Appennino e sul Gargano. Come accennato prima, questo mammifero non era nativo di nessuno di questi Stati, in quanto non furono mai trovati fossili di un suo ipotetico passaggio passato, per questo l’ipotesi dell’introduzione da parte dell’uomo, risulta essere sempre più corretta. Il suo habitat naturale è formato principalmente da zone aperte in collina con una forte presenza di rocce dove potersi nascondere in caso di pericolo. Tuttavia, in caso di necessità, può adattarsi a qualunque tipo di habitat, dalle foreste conifere ai boschi di latifoglie. Dall’aspetto simile a quello di una capra, il Muflone è lungo circa 130 cm, alto 75 cm e con un peso che va dai 25 kg (per le femmine) ad un massimo di 40 Kg (per i maschi).

Il pelo è ispido, di colore fulvo in estate e marrone scuro con sfumature grigie sulle spalle in inverno. Il muso, il ventre, il posteriore, la parte interna delle orecchie e le zampe sono di colore bianco; i maschi a differenza delle femmine possiedono una tipica formazione di pelo bianco sulla schiena simile ad una sella. Tipica caratteristica del Muflone maschio è la presenza di due grosse corna che partono dal cranio, con crescita continua, tendendo alla spiralizzazione laterale. Sono animali diurni e gregari, le femmine insieme ai piccoli vivono in grossi branchi, mentre i maschi giovani vivono in gruppi più piccoli, formati da esemplari della stessa età e infine i maschi anziani tendono a vivere da soli. La loro dieta è prettamente vegetale, amano cibarsi di erba, ma riescono a mangiare praticamente di tutto, anche le piante dure e coriacee, permettendogli di sopravvivere anche negli ambienti più aridi.

Durante il periodo di ottobre iniziano i periodi degli amori, i maschi, una volta scelta la femmina, combattono contro gli eventuali pretendenti, sbattendo le corna da entrambi i lati, in segno di sfida. Tra febbraio e aprile le femmine si allontanano dal branco e cercano un luogo isolato dove partorire. I nuovi nati (massimo due per femmina), saranno in grado di camminare fin da subito, dovranno essere allattati ogni 15 minuti. Soltanto in estate, le madri e i figli faranno ritorno al gregge; i piccoli staranno con la madre per tutti i primi due anni di età.

Schede Mammiferi