Nyala

Classe: mammalia | Ordine: artiodactyla | Famiglia: bovidae | Specie: tragelaphus angasii

Nyala

Il Nyala è un’antilope sudafricana facente parte della famiglia dei Bovidae. Deve il suo nome all’artista naturalista inglese Francis Angas, il quale fu il primo a scoprire questo esemplare; il nome Nyala deriva dal latino “tragos”, cioè capro e “elaphos”, cioè cervo. Questo mammifero presenta dimorfismo sessuale in quanto i maschi sono più grandi delle femmine, rispettivamente uno lungo circa 110 cm e l’altra 90 cm. Soltanto i maschi presentano delle spesse e resistenti corna a spirale lunghe circa 70 cm e una folta barba che gli coprono tutto il mento. Il manto del maschio è di colore marrone scuro, la faccia e il collo sono bianchi e lunghe strisce verticali bianche gli solcano tutto il corpo.

La femmina invece è di colore marroncino-rossiccio, con striscioline bianche che anch’essa solcano in verticale tutto il manto. È possibile avvistare questo esemplare in tutta l’Africa sud-orientale, il suo habitat è formato da boscaglia molto fitta o foreste aperte, prediligendo soprattutto le zone vicino a grosse pozze d’acqua. In alcune zone dell’Africa, come per esempio in Swaziland, il Nyala era completamente estinto già a partire dal 1950, a causa della caccia massiccia e del bracconaggio che lo perseguita. Successivamente fu reintrodotto anche in questa zona con successo. C’è una piccola sottospecie del Nyala, cioè il Nyala di montagna, il quale è presente soltanto nell’Etiopia centrale; attualmente questo animale è a forte rischio estinzione. La sua dieta è composta generalmente da erba, frutta e foglie; beve grosse quantità di acqua ogni giorno, motivo per cui, a differenza di altri della sua specie, non potrebbe sopravvivere senza acqua.

Nonostante oggi giorno la situazione è più controllata per questo animale, rimane tuttora un esemplare protetto e monitorato costantemente. In primavera e in autunno si verifica il periodo dell’accoppiamento, la gestazione dura circa 7 mesi. Una volta nati, i piccoli rimarranno nascosti per circa tre settimane, periodo in cui la femmina andrà spesso a da loro per allattarli; in seguito rimarranno con la mamma, la quale gli insegnerà a nutrirsi per circa 6 mesi. Il Nyala vive da solo o in piccoli gruppi familiari di circa 10 individui per branco. Sono animali molto timidi e cauti, sono attivi principalmente durante la mattina presto e il tardo pomeriggio, mentre tendono a riposarsi durante le ore più calde della giornata. In caso di pericolo, questo animale emette un particolare suono, molto simile al latrato di un cane selvaggio.

Schede Mammiferi