Petrodromo

Classe: mammalia | Ordine: macroscelidea | Famiglia: macroscelididae | Specie: petrodromus tetradactylus

Petrodromo

Il Petrodromo è un mammifero facente parte della famiglia dei Macroscelididae, unico del suo genere. Questo animale, dall’aspetto molto simile a quello di un topo, è lungo circa 22 cm (coda esclusa, la quale da sola misura circa 18 cm), pesa circa 280 grammi, il manto è di colore grigio-sabbia, il pelo è corto e morbido, le gambe sono sottili e lunghe, quelle posteriori sono più lunghe di quelle anteriori, le quali terminano con quattro dita, a differenza degli altri della sua famiglia. Il Petrodromo è presente soltanto nell’Africa orientale, precisamente nel Congo, in Kenya, in Zambia, in Mozambico e nel Sudafrica settentrionale.

Il suo habitat naturale è composto da foreste, ma in caso di necessità può adattarsi anche alle zone rocciose. La sua dieta è composta generalmente da termiti e formiche, in caso di assenza può nutrirsi anche di insetti e vegetali. È un animale diurno, è molto veloce negli spostamenti. Normalmente si sposta utilizzando la postura “a 4 zampe”, qualora però venisse attaccato o fosse spaventato da qualche situazione che lo circonda, compie diversi balzi utilizzando solo le zampe posteriori, per spostarsi ancora più velocemente. È un animale estremamente territoriale; vive in coppia con il proprio partner, l’unico a cui è permesso risiedere nel territorio già precedentemente marcato, in quanto risulta essere un mammifero monogamo. Costruiscono lunghi cunicoli sotterranei dove risiedono la notte o dove si rifugiano dagli attacchi dei predatori. A volte la femmina, utilizza le tane non più utilizzate delle termiti per accudire i piccoli fino al raggiungimento dell’età adulta. Sono animali considerati non a rischio estinzione, quindi per il momento non rientrano in nessuna lista di specie protetta. Attualmente non si dispongono di ulteriori informazioni in merito al Petrodromo, si spera che al più presto, i ricercatori possano fornire ulteriori notizie che approfondiranno maggiormente la suddetta specie.

Schede Mammiferi