Tigre

Classe: mammalia | Ordine: carnivora | Famiglia: felidae | Specie: panthera tigris

Tigre

Generalità e morfologia:
La tigre è un grosso mammifero appartenente alla famiglia dei felini e al genere delle ‘pantere’. E’ il felino più grande esistente poichè può arrivare a pesare fino a 300 chili. Le dimensioni variano a seconda della specie: c’è la tigre di Sumatra che ad esempio non supera i 140 chili e quella siberiana, invece, può essere lunga anche 3 metri. Caratteristica di questo felino è il particolare mantello che si contraddistingue per la presenza di striature nere su una base chiara che può variare dal marrone chiaro al bianco. Ha orecchie arrotondate scure con una macchia bianca al centro. Le pupille sono rotonde con il colore che va dall’oro al verde. Il muso è dotato di folte vibrisse. I canini sono lunghi anche 10 centimetri e particolarmente appuntiti. Ha l’udito e la vista sviluppatissimi. Gli occhi hanno una particolare conformazione che consentono alla tigre di riuscire a vedere bene anche di notte. Esistono numerose sottospecie: la Tigre del Bengala, quella siberiana, la tigre della Cina Meridionale, quella indocinese, la tigre della Malesia e la tigre di Sumatra. 

Habitat:
L’habitat delle tigri è caratterizzato da abbondanti fonti d’acqua, presenza di vegetazione e di prede da cacciare. La si può trovare sia nelle foreste pluviali e tropicali, nei boschi di conifere e betulle. La tigre è un felino estremamente adattabile e può ambientarsi sia in zone con climi umidi e caldi, sia in aree dove le temperature scendono solitamente sotto lo zero. 

Distribuzione:
Attualmente la tigre si può trovare in 13 stati: il Bangladesh, il Bhutan, la Birmania, la Cambogia, la Cina, l’India, l’Indonesia, il Laos, la Malesia, il Nepal, la Russia, la Thailandia, il Vietnam e in pochi esemplari anche in Corea del Nord.

Riproduzione:
Le tigri si accoppiano generalmente tra i mesi di Novembre e Aprile. Non è l’uomo che corteggia la donna, ma, viceversa è la femmina che quando si trova nel periodo fertile emette gemiti e ruggiti e emana odori tipici. Quando la femmina è pronta si siede con le zampe anteriori distese e quelle posteriori piegate. Il maschio la monta da dietro. La gestazione dura dai 3 ai 4 mesi e la cucciolata è composta generalmente da non più di 4 cuccioli. Appena nati i tigrotti sono completamente ciechi e non sono molto sicuri nei movimenti. Per questa ragione le femmine si occupano di loro nascondendoli in tane appositamente create. I cuccioli vengono allevati solo dalla madre poichè il maschio, dopo l’accoppiamento si allontana disinteressandosi della femmina e dei futuri cuccioli.

Schede Mammiferi