toporagno elefante dagli occhiali

Classe: mammalia | Ordine: macroscelidea | Famiglia: macroscelididae | Specie: elephantulus rufescens

 toporagno elefante dagli occhiali

Il Toporagno elefante con gli occhiali o Macroscelide rossastro è un mammifero facente parte della famiglia dei Macroscelididae. Questo animale molto agile e veloce nei movimenti, è lungo circa 12 cm, pesa circa 60 gr, le zampe sono lunghe e sottili, quelle posteriori sono più lunghe di quelle anteriori. La pelliccia del corpo è lunga e molto soffice, è di colore marroncino o grigio, su entrambi i lati del corpo è di colore bianco, mentre sotto il ventre è di colore grigio chiaro. Il muso è lungo e mobile, viene impiegato maggiormente per sondare il territorio mentre cammina, corre o quando si costruisce lunghi cunicoli sotterranei per fuggire dai predatori.

Muove il naso in maniera quasi compulsiva, da destra a sinistra e dall’alto verso il basso, pur rimanendo fermo con il resto del corpo. Il Toporagno elefante con gli occhiali è presenti in Africa, precisamente in alcune zone dell’Africa meridionale, cioè in Namibia, Isola del Capo, Sudafrica e Botswana e in alcune zone dell’Africa orientale, cioè lungo tutto il Sudan, la Somalia e la Tanzania. Il suo habitat naturale è formato da foreste tropicali e zone desertiche. La loro dieta è composta da termiti, formiche e prodotti vegetali come radici e bacche. Per cibarsi usa la sua lunga lingua appiccicosa, con la quale raccoglie il cibo, il quale gli rimane appiccicato, portandoselo così poi all’interno della bocca.

È un animale principalmente diurno, durante i periodi particolarmente caldi però, può diventare notturno, in modo da cacciare nelle ore più fresche e meno soleggiate. Questo mammifero è monogamo, una volta scelto il proprio partner sarà quello per tutta la vita. Durante il periodo degli amori, sia le femmine che i machi scacciano i possibili pretendenti, accettando solo il partner prescelto. Il Macroscelide raggiunge la propria maturità sessuale dopo 50 giorni la sua nascita; in natura la sua aspettativa di vita è di circa un anno e mezzo, mentre in cattività, può arrivare anche a quasi quattro anni, dato che non viene attaccato da nessun predatore. Nonostante questa bassa aspettativa di vita, questa specie viene ancora considerata come a minimo rischio estinzione, non preoccupando quindi gli osservatori e gli scienziati.

Schede Mammiferi