Persico

Classe: actinopterygii | Ordine: perciformes | Famiglia: percidae | Specie: perca fluviatilis

Persico

Generalità e morfologia:
Esistono due tipi di persico quello sole e quello trota. Il primo misura una ventina di centimetri di lunghezza. Si riconosce facilmente per il corpo molto alto, compresso, dotato di un’unica pinna dorsale, sostenuta da due aculei nella parte anteriore, per la bocca piccola e i colori vivaci:la testa è blu e arancione, lopercolo porta una macchia blu e una rossa, mentre le pinne sono gialle. In Italia venne importato verso la fine del &llsquo;900, a discapito di altri pesci pregiati di cui distrugge le uova e gli avannotti.

La carne non è molto pregiata, dato che ha un sapore mediocre ed è piena di spine. Il persico sole ha un interessante comportamento durante il periodo della riproduzione:il maschio ripulisce il fondo dalle piante e dai vari detriti che lo ricoprono e libera una superficie del diametro di circa venti centimetri. In seguito conduce la femmina sopra quest’area tenendosi vicinissimo a lei, fianco a fianco, fecondando le uova man mano che vengono deposte. In seguito la coppia sorveglia il nido e le uova ma, una volta nati i piccoli, non è raro che ne divorino una buona parte. Il persico trota invece, misura da 45 ad 80 centimetri di lunghezza, anch’esso è stato importato in Italia, giacché proviene, insieme al persico sole, dalle acque dolci dell’America, e dove si è moltiplicato. Ha una carne più apprezzata di quella del persico sole, ma è molto vorace e causa gravi danni alle specie autoctone. Esistono anche alcuni sottospecie di piccole dimensioni molto comuni negli acquari.

Il più piccolo di tutti vive in Florida, e raggiunge la lunghezza di 4 centimetri. Abbastanza resistente alle variazioni di temperatura, è un predatore voracissimo. Il maschio si presenta più colorato della femmina, ed ha un corpo grigio-verde, striato di nero e con pinne nere.

Schede Pesci