Rombo

Classe: actinopterygii | Ordine: pleuronectiformes | Famiglia: bothidae | Specie: bothus podas

Rombo

Generalità e morfologia:
I rappresentanti della famiglia dei botidi, il rombo chiodato o rombo maggiore e il rombo liscio, hanno gli occhi posti sul lato sinistro e pinna dorsale molto avanzata, sprovvista di raggi spinosi, che inizia all’altezza degli occhi o persino davanti ai medesimi. Il rombo chiodato o rombo maggiore è la specie più apprezzata del genere e la più grande:la femmina può raggiungere il metro di lunghezza, il maschio invece gli 80 centimetri. Il corpo è sprovvisto di squame sulle due facce, ma è disseminato di tubercoli ossei.

La sua tinta bruna, macchiata di scuro, si confonde perfettamente con quella dei fondali sabbiosi o ghiaiosi su cui vive. Lo si incontra lungo le coste atlantiche dell’Europa, nel Mare del Nord e nel Baltico, ma viene pescato anche nel Mediterraneo. Non si spinge oltre i 70 metri di profondità e approfitta del suo mimetismo per catturare crostacei, molluschi e pesci, che si avvicinano a lui senza vederlo. La femmina depone sino a dieci milioni di piccolissime uova, che la presenza di una goccia d’olio rende fluttuanti. Nonostante la sua fecondità la specie non aumenta di numero in quanto è molto ricercata. Il pescato annuale è di circa settemila tonnellate. Il rombo liscio è molto simile a quello chiodato, se ne differenzia per la pelle, fornita di squame cicloidi e ornata di macchioline chiare, simili a perle.

E’ diffuso sia nel Mediterraneo che nell’Atlantico. Vive sui fondali sabbiosi, a profondità minime, e frequenta volentieri le foci dei fiumi, dove l’acqua non è molto salata. Ha carne buona, ma meno pregiata del rombo chiodato. Il pescato annuo europeo è di circa quattromila tonnellate. 

Schede Pesci