Colubro

Classe: sauropsida | Ordine: reptilia | Famiglia: colubridae | Specie: malpolon monspessulanus

Colubro

Caratteristiche: Il colubro, meglio conosciuto con il nome di colubro lacertino, è un serpente velenoso tipico delle regioni mediterranee e appartenente alla famiglia dei colubridi. Gli esemplari di colubri sono relativamente grandi e da adulti arrivano a misurare anche due metri di lunghezza per un diametro considerevole. Sono caratterizzati da occhi grandi e dalla pupilla tonda provvista di squame sporgenti dette ‘sopracciglia’. La testa è piccola e il muso è appuntito. Essendo un serpente velenoso è dotato di due lungi denti del veleno cavi all’interno per consentire il passaggio del siero da inoculare nelle prede attraverso il morso. La livrea ha una colorazione che può variare dal verde, al marrone fino al grigio. Si nutre principalmente di lucertole, piccoli sauri, ma, anche topi, ratti e gli esemplari più grandi anche di conigli che cacciano all’interno delle loro tane. Uccidono le loro vittime con il morso e poi attendono che il veleno faccia effetto prima di cominciare a ingoiarle. Le prede sono ingoiate per intero iniziando dalla testa. Il suo veleno non rappresenta un pericolo per gli esseri umani. Si tratta di un serpente con abitudini diurne. Esca dalla tana durante il giorno quando va a caccia e vi fa ritorno al tramonto. Ha una vista molto sviluppato che utilizza per cacciare e avvistare le sue prede.

Habitat: Il colubro è un serpente tipico delle regioni mediterranee. Predilige habitat naturali aridi o semiaridi caratterizzati da cespugli, rocce e scarsa vegetazione. Non è raro comunque trovarlo anche nei pressi di aree coltivate, nelle regioni sabbiose lungo le coste. In generale il suo ambiente naturale è dato da boscaglie, macchie e radure. Predilige i climi caldi con temperature tra i trentadue e i trentacinque gradi ed è per questo che non è insolito incontrarlo nelle ore più calde della giornata quando, invece, gli altri rettili sono a riposarsi all’ombra.

Distribuzione: Vive principalmente nella Penisola Iberica, in Francia, in Italia centro occidentale, nei Balcani, nel Nord Africa e nell’Asia occidentale. Nelle regioni in cui è presente di solito, si trova nelle zone costiere.

Riproduzione: La stagione degli amori inizia va da aprile a giugno. I colubri sono una specie ovipara, il che significa che la femmina della specie, dopo essere stata fecondata, depone le uova in una buca nel terreno che poi ricopre. La femmina del colubro depone fino a 20 uova. La gestazione dura all’incirca due mesi trascorsi i quali nascono i piccoli che possono essere lunghi fino a 25 centimetri e sono già autosufficienti.

Schede Rettili