Drago di komodo

Classe: reptilia | Ordine: squamata | Famiglia: varanidae | Specie: varanus komodoensis

Drago di komodo

Caratteristiche: Il Drago di Komodo, conosciuto anche come Varano di Komodo è un rettile appartenente alla famiglia dei Varanidi ed è la più grossa specie di lucertola vivente. Gli esemplari di questo rettile arrivano a misurare fino a tre metri di lunghezza per un peso di 70 chili. Caratteristiche di questo rettile dall’aspetto preistorico sono la lunga coda e la dentatura, poiché possiede sessanta denti fitti che vengono cambiati periodicamente e che arrivano a misurare fino a 2 metri e mezzo di lunghezza. Altra caratteristica del drago di komodo è la lunga lingua gialla e profondamente biforcuta. E’ un animale solitario, lo si trova in branco solo nel periodo della riproduzione o per divorare una preda. Il drago di komodo è una lucertola carnivora e si nutre principalmente di carogne, anche se spesso caccia animali vivi. Si nutre di invertebrati, uccelli e mammiferi che cattura con la tecnica dell’imboscata. 

Habitat: Questa lucertola vive principalmente in luoghi caldi e secchi. Il suo habitat naturale è dato da distese erbose secche, savane e foreste tropicali. Esce dalla tana durante il giorno per cacciare o per esporsi al sole. Di notte resta a risposare nella sua tana.

Il drago di komodo ha una distribuzione molto limitata poiché vive solo nelle isole indonesiane di Komodo, Rinca, Flores, Gili Motang e Gili Dasami. Ritrovamenti fossili fanno pensare che in passato vivesse anche in australia ma, oggi la popolazione australiana risulta estinta.

Riproduzione: La stagione degli amori per il Drago di Komodo va da maggio ad agosto, mentre, la deposizione delle uova avviene nel mese di settembre. Solitamente le femmine depongono una ventina di uova in buche abbandonate di altri animali o in cavità scavate appositamente. L’incubazione dura sette mesi e le uova si schiudono ad Aprile. I piccoli rompono il guscio con il dente dell’uovo e dopo essere usciti, vi rimangono ancora per qualche ora. Una volta pronti, poi, iniziano a scavare il cunicolo che li porterà fuori dal nido. I piccoli fino a tre anni vivono praticamente sempre sugli alberi poiché sono molto vulnerabili e potrebbero essere divorati da predatori dagli stessi draghi adulti. Raggiungono la maturità intorno agli otto anni. Nel periodo dell’accoppiamento i maschi combattono tra di loro per conquistare la femmina. Durante il corteggiamento i maschi accarezzano con il mento la femmina, la leccano e le grattano la schiena. Si tratta di una specie monogama e spesso si accoppiano sempre con la stessa femmina.

Schede Rettili