Tartaruga dalle orecchie rosse

Classe: reptilia | Ordine: testudines | Famiglia: emydidae | Specie: trachemys scripta elegans

Tartaruga dalle orecchie rosse

Caratteristiche:
La Trachemys scripta elegans o tartaruga dalle orecchie rosse deve il suo nome dalla caratteristica macchia rossa presente dietro il timpano delle orecchie. Si tratta di tartarughe di piccole dimensioni, i maschi adulti, infatti, variano dai 12 ai 28 centimetri mentre le femmine arrivano a raggiungere taglie maggiori. Il carapace ha una forma ovale ed è liscio con la superficie leggermente convessa. Il piastrone è piatto. La corazza è verde nei giovani ma tende a scurirsi con passare degli anni fino a diventare quasi nero. Il piastrone è giallo con macchie nere. La cute è verde con strisce gialle. LaTrachemys s. elegans trascorre molto tempo ad esporsi al sole sia appoggiandosi su rocce o tronchi semisommersi o sulla spiaggia, ma anche galleggiando sull’acqua. In questo modo raggiunge la temperatura corporea ottimale. Raramente si avventura sulla terraferma anzi è un animale timido e timoroso. Sono tartarughe onnivore e si nutrono di pesci, rane, insetti, vermi, larve e piante acquatiche.

Distribuzione:
Si tratta di una tartaruga d’acqua dolce originaria del sud degli Stati Uniti, nella valle del Mississippi, nell’Illinois e nel Golfo del Messico.

Habitat:
Il suo habitat naturale è rappresentato da piccoli stagni e fiumi; preferisce le zone d’acqua calma, ricche di vegetazione e con un fondo fangoso. E’ diurna ed è attiva ad una temperatura compresa tra 10° e 37°C. A temperature inferiori ai 10 gradi va in letargo. In cattività può essere allevata in un laghetto artificiale all’aperto, dotato di un muretto o una recinzione, di una zona asciutta per lasciarla uscire dall’acqua e riscaldarsi al sole, e di un’area adatta alla deposizione delle uova. In alternativa si può optare per l’acquario di vetro.

Riproduzione:
Queste tartarughe raggiungono la maturità sessuale intorno ai due anni i maschi, mentre le femmine quando arrivano a 19 centimetri di lunghezza. Si riproducono da marzo a luglio. Molto particolare il momento dell’accoppiamento, quando il maschio accarezza la testa della femmina con il collo.
Le uova vengono deposte dopo circa 4-6 settimane. Quando è pronta la femmina cerca una zona adatta per scavare un nido in un terreno umido vicino all’acqua. In un anno vengono deposte fino a tre covate. Ogni volta la femmina può deporre dalle 4 a 23 uova che impiegano dai 2 ai 3 mesi per schiudersi.

Schede Rettili