Tag: Squamata

Generalità e morfologia:
I serpenti sono degli animali predatori particolarmente efficienti, la mancanza di arti non gli causa alcun svantaggio, riescono ad essere comunque silenziosi e veloci. I serpenti sono dotati di un apparato sensoriale molto sviluppato che consente loro di individuare facilmente le prede. I serpenti sono tutti carnivori, le specie più piccole si nutrono di insetti e le più grandi possono riuscire ad uccidere e cibarsi perfino di un antilope. Le tecniche utilizzate per uccidere le prede possono essere lo stritolamento, in cui la preda muore soffocata, oppure il morso velenoso, tramite il quale i serpenti inoculano nel corpo della preda sostanze paralizzanti da particolari denti cavi specializzati per l'inoculazione del veleno. I serpenti non masticano le loro prede ma le ingoiano intere, posseggono le ossa delle mandibole e del cranio fessibili connesse da una particolare articolazione che gli permette di "sganciare" la mandibola dalla mascella per poter ingoiare le prede più grandi. Il corpo dei serpenti varia in relazione all'habitat in cui vive, ad esempio le specie arboricole posseggono un corpo esile ed allungato, mentre le specie con abitudini sotterranee hanno un corpo tozzo e robusto. Senza dubbio l'arma segreta dei serpenti predatori è rappresentata dal loro apparato sensoriale, i serpenti posseggono uno sviluppatissimo senso dell'olfatto grazie all'organo di Jacobson.
L'organo di Jacobson è una speciale area sensoriale posta nella cavità orale che il serpente utilizza per annusare l'ambiente che lo circonda, estraendo la lingua all'esterno e riportandola in bocca porta verso l'organo di Jacobson le molecole presenti all'esterno equindi "annusa" per mezzo della lingua. I serpenti non posseggono una vista ed un udito molto sviluppato, ma in compenso alcune specie sono in grado di misurare anche piccole variazioni di temperatura, abilità molto importante per scovare mammiferi ed animali a sabgue caldo nei paraggi.

Gran parte delle specie di serpenti depone le uova ma alcune speciesono ovovivipare, ovvero danno alla luce dei piccoli vivi. Nelle aree temperate il periodo dell'accoppiamento corrisponde alla primavera e le nascite si concentrano nel periodo estivo.

Generalità e morfologia:
I serpenti sono degli animali predatori particolarmente efficienti, la mancanza di arti non gli causa alcun svantaggio, riescono ad essere comunque silenziosi e veloci. I serpenti sono dotati di un apparato sensoriale molto sviluppato che consente loro di individuare facilmente le prede. I serpenti sono tutti carnivori, le specie più piccole si nutrono di insetti e le più grandi possono riuscire ad uccidere e cibarsi perfino di un antilope. Le tecniche utilizzate per uccidere le prede possono essere lo stritolamento, in cui la preda muore soffocata, oppure il morso velenoso, tramite il quale i serpenti inoculano nel corpo della preda sostanze paralizzanti da particolari denti cavi specializzati per l'inoculazione del veleno. I serpenti non masticano le loro prede ma le ingoiano intere, posseggono le ossa delle mandibole e del cranio fessibili connesse da una particolare articolazione che gli permette di "sganciare" la mandibola dalla mascella per poter ingoiare le prede più grandi. Il corpo dei serpenti varia in relazione all'habitat in cui vive, ad esempio le specie arboricole posseggono un corpo esile ed allungato, mentre le specie con abitudini sotterranee hanno un corpo tozzo e robusto. Senza dubbio l'arma segreta dei serpenti predatori è rappresentata dal loro apparato sensoriale, i serpenti posseggono uno sviluppatissimo senso dell'olfatto grazie all'organo di Jacobson.
L'organo di Jacobson è una speciale area sensoriale posta nella cavità orale che il serpente utilizza per annusare l'ambiente che lo circonda, estraendo la lingua all'esterno e riportandola in bocca porta verso l'organo di Jacobson le molecole presenti all'esterno equindi "annusa" per mezzo della lingua. I serpenti non posseggono una vista ed un udito molto sviluppato, ma in compenso alcune specie sono in grado di misurare anche piccole variazioni di temperatura, abilità molto importante per scovare mammiferi ed animali a sabgue caldo nei paraggi.

Gran parte delle specie di serpenti depone le uova ma alcune speciesono ovovivipare, ovvero danno alla luce dei piccoli vivi. Nelle aree temperate il periodo dell'accoppiamento corrisponde alla primavera e le nascite si concentrano nel periodo estivo.



Ramarro

Il Ramarro è un rettile facente parte dell’ordine Squamata a cui appartengono solo due specie molto simili tra di loro, cioè il Ramarro orientale e il Ramarro occidentale. Il corpo è di colore verde brillante, è molto agile nei movimenti e l’aspetto è molto simile a quello delle Lucertole, tranne per il fatto delle...
Leggi l'articolo

Natrice tassellata

La Natrice tassellata è un serpente non velenoso facente parte della famiglia dei Natricidae. Questo esemplare, che può arrivare ad un massimo di un metro di lunghezza, presenta un colorazione molto variata, infatti va dal marrone, al verde al grigio. Lungo il corpo presenta anche macchie irregolari più scure rispetto al resto del corpo,...
Leggi l'articolo

Natrice viperina

La Natrice viperina è un serpente facente parte della famiglia dei Natricidae. Con il suo metro di lunghezza, questo esemplare possiede un corpo molto massiccio, presenta 21 file di squame molto carenate che gli consentono una maggiore velocità, queste sono disposte in modo da formare un disegno cromatico molto particolare, che la differenzia dalle...
Leggi l'articolo

Vipera dell’orsini

La vipera dell’Orsini, facente parte della famiglia dei Viperidi, è particolarmente famosa per il suo nome, il quale lo deve al naturalista ascolano Antonio Orsini. Questo esemplare rappresenta la vipera più piccola di tutta Europa, infatti, i maschi possono arrivare ad una lunghezza massima di circa 50-55 cm, le femmine invece sono un po’...
Leggi l'articolo

Colubro dei balcani

Il Colubro dei Balcani, è un serpente facente parte della famiglia dei colubridi, diffuso soprattutto nella Penisola Balcanica. Lo si può trovare prevalentemente in Grecia, Albania, Montenegro, Bosnia ed Erzegovina, Slovenia e Croazia. Questo esemplare non è presente nel nostro Paese, nonostante provenga dalla città di Gemona del Friuli ad Udine. Può arrivare ad...
Leggi l'articolo

Vipera comune

La Vipera comune, facente parte della famiglia dei Viperidae, è il serpente maggiormente diffuso in tutta Italia, eccetto la Sardegna. Con i suoi 94 cm di lunghezza, questo esemplare presenta una testa triangolare di dimensioni differenti dal corpo, con la punta del muso rivolta all’insù e con due occhi di dimensione media con le...
Leggi l'articolo

marasso

Il Marasso, facente parte della famiglia dei Viperidae, è particolarmente conosciuto per il suo morso, in quanto si configura tra quelli più dolorosi anche se fortunatamente non è considerato pericoloso per l’uomo. Possiede un corpo particolarmente massiccio, i maschi possono arrivare ad una lunghezza di circa 60 cm, mentre le femmine circa 60-80 cm,...
Leggi l'articolo

Vipera dal corno

La Vipera del corno, è un serpente velenoso facente parte della famiglia dei Viperidae, al quale deve il suo nome all’appendice carnosa che gli spunta dal muso, simile appunto ad un corno. Questo esemplare può arrivare ad un massimo di 90 cm di lunghezza, molto raramente può arrivare al metro, presenta una colorazione che...
Leggi l'articolo

Biscia dal collare

La Biscia dal collare, chiamata anche Natrice dal collare, è un serpente facente parte della famiglia dei Natricidae. Come tutti i membri della sua specie, anche questa non risulta essere velenosa, è lunga circa 120 cm, ma in alcune particolari località in cui è presente, per esempio in Veneto, può raggiugere anche i 2...
Leggi l'articolo

Biscia tassellata

La Biscia tassellata, facente parte della famiglia dei Natricidae è uno tra i serpenti d’acqua più conosciuti della sua specie. Lungo circa 80 cm, raramente raggiunge il metro di lunghezza, possiede una colorazione abbastanza variabile, presenta sfumature marroni, verdi e grigie, con macchie scure irregolari, il ventre è di colore bianco, sulla testa presenta...
Leggi l'articolo