Amazzone

Classe: aves | Ordine: psittaciformes | Famiglia: arinae | Specie: amazona aestiva

Amazzone

Generalità e morfologia:
Dopo il celebre pappagallo Cenerino, l’Amazzone, in tutte le sue numerose sottospecie, è considerato uno degli uccelli più popolari e diffusi in cattività. Non tutti gli ornitologi concordano circa il numero preciso delle sottospecie presenti nel grande gruppo delle Amazzoni; convenzionalmente se ne riconoscono almeno 26 tuttavia sembrerebbe che in natura ne esistano molte di più. Peculiarità che lega tutti gli appartenenti del gruppi è il colore del piumaggio di base che è sempre di un verde molto intenso e sul quale spiccano colorazioni diverse a seconda della sottospecie: ad esempio l’Amazzone fronte blu, come suggerisce il nome, presenta una caratteristica colorazione blu all’altezza della fronte e spalle rosse, l’Amazzone fronte rossa, al contrario, ha fronte rossa e nuca azzurra. Le dimensioni totali del corpo variano dai 24 ai 46 cm e la vita media oscilla tra i 40 e 50 anni.

Habitat:
Le numerose varietà di Amazzoni sono diffuse principalmente nelle regioni centrali e meridionali dell’America; abitano soprattutto le aree con vegetazione molto fitta ed all’interno di vaste boscaglie e foreste, tuttavia alcune piccole popolazioni si sono adattate anche alla sopravvivenza nelle savane ed in zone piuttosto aride. Vita sociale e comportamento: Le Amazzoni colpiscono principalmente per il loro temperamento socievole e dolce allo stesso tempo. Se allevati come uccelli da compagnia mostrano spiccate doti nell’apprendimento del linguaggio umano e manifestano un forte attaccamento al padrone. In natura questi pappagalli sono piuttosto rumorosi e superattivi, di giorno vagano in gruppo in cerca di semi, germogli  e fiori di cui nutrirsi e non appena incontrano un corso d’acqua amano tuffarsi e bagnarsi il piumaggio.

Corteggiamento e riproduzione: 
Generalmente è in aprile che le diverse specie di Amazzone tendono ad accoppiarsi. Le uova deposte variano da 2 a 4 e l’incubazione si protrae per circa 25 giorni. Durante lo svezzamento, che dura un massimo di 8-9 settimane, i maschi di alcune specie si mostrano particolarmente aggressivi e nervosi.

Schede Uccelli