Bucero

Classe: aves | Ordine: bucerotiformes | Famiglia: bucerotidae | Specie: buceros bicornis

Bucero

Il Bucero o Grande calao indiano è un uccello facente parte della famiglia dei Bucerotidae, noto soprattutto per le sue grandi dimensioni. È lungo infatti un metro e mezzo, pesa circa 3 Kg, possiede una sorta di casco di protezione sopra la testa, grazie al quale prende a “testate” i suoi rivali (in amore e nella vita normale per difesa), il becco, bianco e giallo, è curvo e spesso, le ali sono lunghe e arrotondate, il piumaggio è di colore variopinto in quanto presenta sfumature nere, bianche, gialle diffuse in maniera disomogenea su tutto il corpo.

Il Bucero è un uccello stanziale, risiede stabilmente nelle zone calde dell’India, dell’Asia e dell’Indonesia; è un esemplare molto abitudinario, una volta scelto il suo territorio, vive principalmente nella foresta pluviale, non se ne allontana mai. Tutti i giorni saltella (letteralmente) da una zona all’altra o effettua piccoli voli, percorrendo sempre le stesse zone, tornando sempre sul “suo albero”. Il cibo preferito del Bucero sono i fichi, di cui ne è particolarmente ghiotto, oltre questo alimento si ciba anche di frutta, anfibi, rettili, altri uccelli e piccoli mammiferi.

La sua tecnica di caccia è differente in base alla dimensione delle prede; quelle piccole vengono afferrate con il becco e ingerite intere, quelle grandi vengono sbattute contro un albero, frantumate con il caso presente sulla testa e solo in seguito vengono ingerite. Durante il periodo degli amori, i due partner costruiranno il nido nell’incavo di un albero e inseguito verrà ricoperto da uno spesso strato di fango. Verrà rilasciata solo una piccola apertura dove il maschio passerà il cibo alla femmina. La sua compagna rimarrà all’interno del nido per circa tre mesi a covare un solo uovo. Successivamente, la femmina uscirà dal nido e rimarrà soltanto il piccolo, il cui sarà sfamato da entrambi i genitori per circa un mese, prima che possa lasciare definitivamente il nido e volare in completa autonomia. Questo uccello è molto ricercato dai fotografi di tutto il mondo, in quanto è uno tra gli esemplari più strani finora avvistati. La particolarità del casco che gli ricopre la faccia, lo rende protagonista di incessanti scatti. Viene avvistato soprattutto quando effettua delle piccole escursioni in volo, in quanto lo sbattere delle sue ali emette un particolare suono che ricorda le vecchie locomotive a vapore.

Schede Uccelli