Cincia mora

Classe: aves | Ordine: passeriformes | Famiglia: paridae | Specie: periparus ater

Cincia mora

La Cincia mora, facente parte della famiglia dei Paridae, è un piccolo esemplare lungo circa 11 cm, con un peso di 10 grammi circa. Presenta una colorazione del piumaggio molto sfumata in quanto presenta il capo completamente nero, con un simpatico ciuffo bianco che lo distingue dagli altri esemplari della cincia, le guance sono bianche con il groppo nero, i fianchi color panna, la parte inferiore giallastra e la parte superiore sfuma dall’olivastro al bluastro

Possiede un canto con intonazioni alte e veloci wize-wize che vengono ripetuti più volte, durante la tranquillità mentre il richiamo per avvisare o per minacciare eventuali intrusi è molto più basso e profondo siiirrrrr.

La sua dieta è molto rigida in quanto si nutre quasi esclusivamente di insetti, in inverno, quando il cibo scarseggia, si nutre anche di semi, prediligendo soprattutto i pinoli; se li procura scuotendo con il becco le pigne al suolo. La Cincia mora è famosa soprattutto per le sue abitudini di caccia, in quanto durante l’appostamento spesse volte si appende al contrario ai rami più bassi.

Questo esemplare risiede principalmente in tutta Europa, preferisce vivere in foreste di conifere, ma non disdegna anche quelle miste. Nel nostro Paese ama particolarmente la zona alpina, risiedendo stabilmente in Trentino Alto Adige, Veneto e Lombardia. Non ama molto la vita di gruppo, quindi se la zona diventa molto affollata, per esempio dopo una grossa figliata di più coppie, gli esemplari della Cincia Mora, tendono ad allontanarsi in zone più solitarie.

Da Aprile a Giugno, inizia il periodo dell’accoppiamento. La femmina costruirà il nido solo nelle cavità degli alberi, ma anche (se sicure) nelle fessure del terreno e nelle cavità rupestri. Per realizzarlo, la Cincia mora, si procura muschio, radici, fili di lana ed erba, per rendere il giaciglio il più comodo possibile per proteggere i piccoli, dal mondo circostante. Una volta terminato, la mamma deporrà circa 8-10 uova (la femmina può eseguire un massimo di tre covate all’anno), le quali saranno covate per circa 16 giorni. Dopo la nascita, i pulcini saranno nutriti da entrambi i genitori per altri 17 giorni, successivamente, anche se potranno volare in completa autonomia, resteranno per alcuni giorni ancora insieme ai genitori, finchè non saranno pronti a staccarsene completamente.

La Cincia mora è più socievole rispetto a tutti gli esemplari della sua specie, infatti può legare anche con gli esseri umani.

Schede Uccelli