Ciuffolotto

Classe: aves | Ordine: passeriformes | Famiglia: fringillidae | Specie: pyrrhula pyrrhula

Ciuffolotto

Il Ciuffolotto, facente parte della famiglia dei Fringillidi, è molto famoso per la sua straordinaria intelligenza, grazie alla quale gli si può insegnare in brevissimo tempo a riprodurre svariate melodie. Questo esemplare è lungo circa 15-19 cm, presenta un peso di circa 26 grammi e presenta qualche piccola differenza di colorazione tra l’esemplare maschio e femmina. Infatti, tutti e due gli esemplari presentano il dorso di colore grigio, il ventre bianco e un ciuffo nero; la differenza sta nella colorazione del petto, il quale è di colore rossastro nel maschio e grigio con sfumature rosse e marroni nella femmina.

Il Ciuffolotto è possibile avvistarlo in tutta Europa, Asia e Siberia, il suo habitat naturale è nei parchi, giardini, aree coltivate, montagne, colline e foreste miste. Anche se molto resistente al freddo, questo esemplare tende a spostarsi, in pianura o a quote più basse, durante l’inverno. Si abitua tranquillamente alla presenza dell’uomo, anche se tende a non esporsi troppo. Una volta che il maschio sceglie la femmina, starà con lei per sempre, non tendono a separarsi, infatti, questo esemplare si sposta principalmente con il partner, solo in casi eccezionali in grossi gruppi.

Questo esemplare si ciba solo di semi, boccioli e grazie alla sua predisposizione a vivere insieme all’uomo, si nutre anche di semi di girasole che trova da esso. Quest’uccello non è particolarmente territoriale, il suo richiamo è principalmente indirizzato alla conquista della femmina. Emette un vocalizzo molto simile ad un dju e bit bit; molto intensa e particolare è la danza che esegue durante il rituale del corteggiamento. Tende a costruire il nido su abeti o all’interno delle siepi, il giaciglio viene creato grazie a muschio, radici e rami all’esterno, mentre all’interno viene foderato con penne, peli ed erba.

Una volta terminato, la femmina deporrà circa 5 uova (esegue normalmente 3 covate all’anno), le quali saranno covate per tredici giorni. Successivamente, i piccoli saranno sfamati da entrambi i genitori per circa 17 giorni. Questo esemplare può essere tranquillamente addomesticato e tenuto a casa come animale domestico. Tuttora continua ad essere una preda molto ricercata dei cacciatori soprattutto in Italia e Germania, motivo per cui questa specie viene spesso monitorata per possibile rischio estinzione.

Schede Uccelli