Corvo imperiale

Classe: aves | Ordine: passeriformes | Famiglia: corvidae | Specie: corvus corax

Corvo imperiale

Il Corvo imperiale, facente parte della famiglia dei Corvidae, è un esemplare molto diffuso in varie zone del pianeta, è possibile avvistarlo in Europa, Asia, America e Africa. Nonostante la sua presenza massiccia, per la sua completa diffidenza verso gli esseri umani, è l’unico esemplare della sua specie che si avvista meno in paesi e in città, prediligendo zone selvagge difficilmente raggiungibili e isolate.

Ama vivere in zone alberate con grosse distese circostanti dove trovare facilmente il cibo, si adatta tranquillamente anche a zone costiere, nonché zone ghiacciate, mentre non riesce ad adattarsi alle foreste pluviali. Soprattutto nel nostro Paese, viene considerato un esemplare molto raro, si conta una presenza di circa 15000 unità, concentrate soprattutto in Sardegna, Gargano, Alpi e Appennini.

Questo esemplare è il più grande rispetto a tutti i membri della sua famiglia, con i suoi 69 cm di lunghezza, 1600 gr di peso e 1,30 metri di apertura alare, non passa inosservato durante i suoi passaggi. Presenta un corpo molto robusto, zampe molto lunghe con artigli arrotondati e affilati, una testa molto allungata, un becco corto e ricurvo e un piumaggio molto folto e completamente nero.

Nella zona della gola, questo uccello, presenta delle particolari piume, le quali si aprono e chiudono in base al proprio stato d’animo. Questo esemplare è molto solitario, non ama vivere in stormi, si sposta solo in coppia, totalmente stanziale, una volta trovato il proprio habitat naturale, tende a non spostarsi più, a meno che il cibo non dovesse scarseggiare.

Per comunicare con gli altri esemplari, il Corvo imperiale, oltre ad utilizzare una vastità imprecisa di suoni, sbatte in maniera molto rumorosa anche le ali e il becco. Ha una straordinaria capacità imitativa, riesce a imitare alla perfezione quasi tutti i suoni sentiti all’esterno ed è famoso anch’èsso, come altre specie, per la sua ossessione per gli oggetti luccicanti, i quali lo portano a rubarli e portarli nel proprio nido per impressionare il partner.

Non presenta limiti particolari nella sua dieta, in quanto può mangiare ogni tipo di alimento trovato in natura, come per esempio anfibi, rettili, feci, ecc.

I Corvi imperiali, una volta scelto il partner, lo manterranno per tutta la vita, fino alla morte di uno o di entrambi, tendono a costruire il nido in luoghi molto nascosti e difficilmente accessibili. La forma di quest’ultimo sarà simile a quella di una coppa, costruito con il materiale trovato in natura, una volta terminato, la femmina deporrà le uova, le quali saranno covate per circa tre settimane.

Schede Uccelli