Culbianco

Classe: aves | Ordine: passeriformes | Famiglia: muscicapidae | Specie: oenanthe oenanthe

Culbianco

Il Culbianco è un uccello passeriforme facente parte della famiglia dei Muscicapidi. Questo esemplare è lungo circa 14-16 cm, ha un peso di circa 26 grammi e la colorazione del piumaggio presenta notevoli differenze tra i maschi e le femmine.
– Il maschio, presenta il capo e il dorso di color grigio cenere, il sopracciglio bianco con sfumature nere all’altezza delle guance, il petto presenta colorazioni sfumate di marrone, arancio e bianco e infine la coda di colore bianco.
– La femmina invece è di colore marrone chiaro, sopracciglio giallo e la coda di colore bianco.

È possibile avvistare questo esemplare in tutta Europa, Asia, Africa e America, durante il periodo invernale si sposta nelle zone più calde come Nigeria, Etiopia, ecc.; di solito si sposta con pochi esemplari, effettuando molto spesso voli molto rasenti al suolo.

Il suo habitat naturale è composto da luoghi aperti e secchi, ma grazie al suo grande spirito di adattamento, è in grado di vivere in luoghi completamente differenti dai suoi standard, come zone sabbiose, pianure, boschi con molta vegetazione,ecc.

La sua dieta è abbastanza variata in quanto è composta da insetti, vermi, frutta e bacche.

Durante il periodo degli amori, l’esemplare maschio sceglie una particolare zona di suo gradimento, che difenderà e marcherà da tutti gli altri esemplari maschi della sua specie. Il rituale di accoppiamento, che va da aprile a luglio, sarà particolarmente lungo e vistoso, successivamente si formeranno le coppie e sarà la femmina a decidere dove costruire il nido.

<p">Il nido sarà costruito con foglie, gambi, muschio, licheni e piume, presentando alla fine la forma di una coppa. Una volta terminato, il nido sarà deposto al suolo in zone ben nascoste e protette, come per esempio tra le rocce o in vecchie tane inutilizzate, costruiti da altri animali. Una volta pronta, la femmina deporrà circa 4-7 uova le quali saranno covate per circa 13 giorni. Una volta nati, i piccoli saranno accuditi e sfamati da entrambi i genitori per circa un mese, fino a quando saranno in grado di volare in completa autonomia.

Una curiosità di questo esemplare è quella che il maschio, durante il periodo di corteggiamento, una volta trovata la femmina di suo interesse, fa qualche saltello davanti a lei passando da una zampa all’altra, per poi caderle letteralmente ai piedi, aprendo ali e coda, aspettando una sua risposta positiva.

Schede Uccelli