Fagiano di monte

Classe: aves | Ordine: galliformes | Famiglia: phasianidae | Specie: lyrurus tetrix

Fagiano di monte

Generalità e morfologia:
Chiamato anche Gallo forcello, il Fagiano di monte è un uccello della famiglia delle Phasianidae caratterizzato da forme brevi e tondeggianti. Le differenze tra i due sessi della specie sono piuttosto notevoli: il maschio è decisamente più grande (raggiunge infatti i 60 cm di lunghezza mentre la femmina appena i 45) ed ha una coda lunga e "biforcuta" , quella della femmina ha invece un taglio appena accennato. Il colore predominante del piumaggio maschile è bruno tendente al nero con particolari focature azzurrine nella parte inferiore del dorso e nel collo. Le piume degli esemplari femmina sono invece tendenzialmente giallo arancio con riflessi bruni.

Habitat:
Il fagiano di monte è distribuito in buona parte del territorio europeo ad eccezione della Spagna e della Grecia, dove sembra scomparso del tutto mentre è molto diffuso soprattutto nelle zone boschive della Siberia ed in Svezia.

Vita sociale e comportamento:
La specie è solita vivere in gruppi che contano parecchi esemplari di entrambi i sessi che si muovono con frequenza e lungo ampi tratti per reperire il cibo. Quest’ultimo è rappresentato soprattutto da bacche, foglie, gemme, semi e piccoli insetti quali vermi, larve e formiche. Caratteristica inconfondibile dell’uccello è la debole voce, molto simile ad un soffio continuo, che usa per comunicare all’interno del gruppo ed in particolare durante la stagione degli amori. Il Fagiano di monte mostra una grande abilità e velocità nei movimenti e nonostante sia dotato di ali piuttosto brevi è in grado di volare discretamente.

Corteggiamento e riproduzione: 
Il periodo degli amori della specie ha origine nella seconda metà del mese di marzo e si protrae per circa due mesi. I maschi solitamente fecondano uova di più femmine le quali, in totale autonomia e senza la cooperazione del compagno, preparano il nido e si dedicano alla cova. Le uova deposte sono molto numerose e possono arrivare fino ad un massimo di 12. I piccoli che nasceranno rimarranno con la mamma che provvederà ad accudirli e nutrirli regolarmente per alcuni mesi.

Schede Uccelli