Falco giocoliere

Classe: aves | Ordine: accipitriformes | Famiglia: accipitridae | Specie: terathopius ecaudatus

Falco giocoliere

Il Falco giocoliere è un uccello rapace facente parte della famiglia degli Accipitridae, famoso soprattutto per essere l’emblema nazionale dello Zimbabwe. Deve il suo nome all’azione che compie durante il volo, cioè quella di battere le estremità delle ali come per trovare l’equilibrio (simile ad un giocoliere). In alcuni paesi viene chiamato anche falco delle conifere, in quanto le piume delle ali, durante il volo, ricordano molto delle grosse pigne.

Questo esemplare è lungo circa 70 cm, possiede un’apertura alare di circa 175 cm, la coda è molto corta, il piumaggio è di colore nero, le zone del manto e della coda sono di colore marrone scuro, le ali grigie, la faccia, le zampe e il becco sono completamente rosse. La femmina è molto simile al maschio, è leggermente più piccola, e in più il colore delle ali è grigio e non nero come nel maschio. Il Falco giocoliere è presente in quasi tutta l’Africa con eccezione della zona del Congo, predilige vivere maggiormente nelle savane, ai margini delle foreste, sulle coste e sulle cime delle montagne.

A causa delle sue abitudini di caccia, questo esemplare fu massicciamente perseguitato dai coloni europei che invasero l’Africa, in quanto gli furono adibite molte uccisioni del bestiame. Molti esemplari vennero uccisi a fucilate o con bocconi avvelenati. Come accennato in precedenza, il Falco giocoliere si nutre di uccelli (è ghiotto maggiormente di colombidi e pteroclidi), piccoli mammiferi e raramente anche delle carcasse trovate al suolo. Questo uccello è un esemplare monogamo, una volta scelto il partner sarà quello per tutta la vita, il nido viene costruito sopra gli alberi. Sono abitudinari anche per il giaciglio, in quanto lo useranno per diversi anni, prima di costruirne uno nuovo in un altro albero. La femmina deporrà un solo uovo per covata, il quale verrò covato per circa 43 giorni; una volta nato, il pulcino verrà accudito dalla madre per circa 90-125 giorni, finchè non sarà in grado di volare e provvedere da solo a se stesso. Questo rapace è difficile da avvistare in quanto a differenza di altri della sua specie, non emette nessun suono durante il volo.

Schede Uccelli