Gallinella acqua

Classe: aves | Ordine: gruiformes | Famiglia: rallidae | Specie: fulica atra

Gallinella acqua

Generalità e morfologia:
La Gallinella d’acqua è un uccello della famiglia dei Rallidi facilmente riconoscibile per il suo piumaggio omogeneamente nero – fatta eccezione per una piccola striatura bianca sulle ali ed in prossimità della coda – su cui spicca un becco giallo dorato dal quale si apre un’ampia macchia rosso vivo che si estende fino alla regione oculare. La lunghezza media del corpo è di circa 30 cm. La specie non presenta un evidente dimorfismo sessuale.

Habitat:
La specie è molto comune e diffusa in Europa meridionale, centrale e settentrionale. Nella stagione estiva è solita nidificare anche in regioni più orientali del vecchio continente. Luogo di stazionamento privilegiato sono tutte le aree presso le quali sorge uno stagno o un lago preferibilmente con vegetazione acquatica fitta e ricca. Spesso si possono incontrare esemplari di Gallinella d’acqua anche in parchi e giardini urbani.

Vita sociale e comportamento:
Uccello molto solitario e territoriale, in genere non vive in gruppi fatta eccezione per il periodo della riproduzione. Se in volo la specie non mostra molto abilità, lo stesso non può dirsi della sua capacità nel nuoto: in acqua riesce a procedere anche a velocità sostenute seppur in modo non troppo armonioso (il suo potrebbe dirsi un procedere quasi “a scatti”). Si nutre principalmente di insetti acquatici, piccoli pesci e crostacei che cattura rapidamente con il becco ma non disdegna neppure germogli di piante d’acqua.

Corteggiamento e riproduzione:
La Gallinella d’acqua costruisce il nido destinato alla deposizione ed alla cova poco sopra il livello delle acque e possibilmente in un’area ben riparata da una fitta vegetazione. Qui la femmina depone dalle 5 alle 10 uova che incuberà con la cooperazione del maschio per un tempo minimo di 22 giorni. Al momento della nascita i pulcini mostrano già una discreta capacità nel nuoto ma restano comunque assolutamente dipendenti dai genitori e dai fratelli più adulti per almeno 6 settimane.

Schede Uccelli