Nandu

Classe: aves | Ordine: struthioniformes | Famiglia: rheidae | Specie: rheae

Nandu

Generalità e morfologia:
Il Nandù è un grosso uccello appartenente alla famiglia degli Struzioniformi. Con il suo metro e mezzo di altezza e i suoi 25 chili di peso  è attualmente, il più grande uccello americano pur non essendo in grado di volare. Deve il suo nome al particolare verso emesso dal maschio durante la stagione degli accoppiamenti. Le penne sul dorso sono grigie e marroni mentre quelle della pancia sono più chiare. Testa e collo hanno piumaggio marroncino. Le cosce e il ventre sono invece gialle. Gli occhi sono grigio perla, mentre il becco è piatto e grigio. Ha zampe lunghe e robuste che gli consentono di correre velocemente in caso di pericolo. I piedi presentano due dita che gli servono per scavare nel terreno in cerca di cibo. Vivono solitamente in gruppi di 20 o 30 individui. Sono onnivori e possono percorrere anche molti chilometri per procurarsi da mangiare. Si nutrono principalmente di foglie, erba, semi, radici, insetti e piccoli vertebrati come uccelli, lucertole e serpenti.

Habitat:
Il nandù vive principalmente nel continente Americano e in particolare nelle regioni meridionali. Il suo habitat naturale è costituito dalle pampas argentine e dalle foreste aperte caratterizzate da erba alta e cespugli. Non ama le grandi distese prive di alberi e rifugi. Nelle grande pianure aperte del Brasile e dell’Amazzonia è possibile trovarlo anche in gruppi di cento.

Distribuzione:
Vive per lo più in Brasile e in Argentina dove si può trovare nelle praterie del Brasile e della Patagonia. Il suo habitat è caratterizzato da fortissime escursioni termiche tra il giorno e la notte e predilige le regioni con grandi spazi aperti dove può reperire facilmente il cibo scavando principalmente nel terreno. Si tratta di una specie in via di estinzione a causa della progressiva distruzione del suo habitat naturale.

Riproduzione:
La stagione degli amori va da agosto a gennaio. In questo periodo i maschi diventano molto aggressivi e si contendono tra loro gruppi nutriti di femmine. L’harem dei nandù va dalle 2 alle 15 femmine. Una volta avvenuto l’accoppiamento il maschio resta con la femmina e prepara il nido scavando una buca nel terreno dove poi la femmina deporrà una o due uova. Le uova vengono covate dal maschio per circa 40 giorni. In questo periodo il padre lascai il nido solo una volta al giorno per mangiare e bere. I pulcini sono autonomi subito dopo la nascita e lasciano il nido quasi subito. Nel periodo degli amori ogni femmina va a fare visita a più maschi anziché legarsi ad uno solo.

Schede Uccelli