Peppola

Classe: aves | Ordine: passeriformes | Famiglia: fringillidae | Specie: fringilla montifringilla

Peppola

La Peppola, facente parte della famiglia dei Fringillidi, è un esemplare di circa 25 grammi di peso e 18 cm di lunghezza. Presenta un aspetto molto simile a quello del fringuello, distinguibile, però per via della colorazione. Quest’uccello presenta dimorfismo sessuale, in quanto il maschio è di colore nero nella testa e nel mantello, la gola, il petto, le ali e le scapole di colore arancioni, coda nero e ventre e groppone bianco. Le ali presentano delle sfumature arancioni e bianche.

La femmina invece è di colore marrone con picchiature di marrone e nero e i lati del collo di colore grigio. Il maschio, durante i periodi invernali, presenta la stessa colorazione della femmina. Entrambi gli esemplari presentano il becco di colore nero in estate e giallo in inverno. Presenta un’andatura strisciante come quella del fringuello e sempre nel periodo invernale, si muove in grossi stormi misti, in compagnia di fringuelli, allodole e zigoli. È un esemplare migratorio e molto spesso durante lo spostamento, è possibile avvistare centinaia di questi esemplari nutrirsi nei campi appena coltivati, occupandone buona parte della superficie.

La Peppola è possibile avvistarla in tutta Europa, Africa e Asia, eccezionalmente è possibile vederla sorvolare anche le Alpi. Il suo habitat è formato da boschi di conifere, senza disdegnare anche siepi, parchi urbani e giardini. Presenta un canto molto monotono e protratto, intonando sempre un persistente uiii. Si ciba prevalentemente di semi e invertebrati, soprattutto di lepidoptera e coleotteri, mentre nei periodi invernali aggiunge alla sua dieta anche frutta e bacche, per via della mancanza di prede da cacciare. Durante il periodo della riproduzione diventa molto territoriale e solitaria, è un esemplare monogamo, quindi una volta scelto il partner sarà per la vita. Da maggio a luglio la femmina inizierà quindi la costruzione del nido il quale sarà deposto su alberi di media altezza, dai 3 ai 5 metri. Una volta deposto il giaciglio in un luogo sicuro, la femmina deporrà circa 7 uova le quali saranno covate per 14 giorni. Una volta nati, i piccoli, saranno sfamati da entrambi i genitori per altri 12 giorni, mediante una dieta prevalentemente vegetariana, composta quindi da frutta, semi e bacche. Terminato lo svezzamento, i pulcini saranno ora in grado di volare in completa autonomia.

Schede Uccelli