Pispola

Classe: aves | Ordine: passeriformes | Famiglia: motacillidae | Specie: anthus pratensis

Pispola

La Pispola, facente parte della famiglia dei Motacillidae, è un esemplare che viene spesso confuso con l’Allodola, in quanto le differenze per un occhio non esperto, sono minime. Questo esemplare viene riconosciuto in quanto è più snello rispetto al suo quasi gemello, è privo di cresta, ha un becco molto più sottile e ha un bordino bianco sulla coda che la contraddistingue da tutti gli altri. La pispola ha una lunghezza di circa 14 cm, un peso medio di circa 19 gr e un’apertura alare di 25 cm. Presenta delle simpatiche sopracciglia bianche, delle macchie scure sul ventre, delle unghie molto lunghe e la parte inferiore del corpo è bianca con delle striature marroni che gli oltrepassano la vita e i fianchi.

La particolarità di questo esemplare sta anche nel verso che emette durante il volo, una specie di “siip” che emette in maniera molto secca e metallica con frequenza di circa 7 vocalizzi per intervallo. La Pispola risiede maggiormente in Europa e Asia settentrionale, è un esemplare migratore, quindi si sposta durante l’inverno in zone più calde come in Europa meridionale e in Africa, mentre in estate predilige Irlanda e Gran Bretagna. Preferisce risiedere in zone non coltivate, non ama molto la presenza dell’uomo, motivo per cui nidifica in zone solitarie e tranquille.

Alimentazione e riproduzione:
Si nutre principalmente di insetti, ragni, lumache e semi.
Costruisce il suo nido per terra, utilizzando fili d’erba, muschio, foglie e piume al suo interno per renderlo più morbido e accogliente per i piccoli. Verso la metà di aprile è il periodo in cui la femmina nidifica, depone circa 6 uova per volta (nidifica due volte all’anno) e le coverà per circa 14 giorni, fino a quando nasceranno i piccoli, i quali resteranno nel nido per altri 12 giorni, prima di spiccare il volo in completa autonomia. Durante questo periodo i genitori cercheranno cibo che porteranno periodicamente ai piccoli; grazie al loro colore marroncino, riescono a mimetizzarsi con estrema facilità. Questa arma li agevola per fare in modo che i predatori molto più grandi di loro, non li vedano dall’alto, motivo per cui scelgono zone in cui questa operazione sia facilmente eseguibile.

La Pispola è a rischio estinzione per colpa della massiccia presenza dell’uomo che ne impedisce la normale riproduzione, motivo per cui è entrata nel programma di protezione degli esemplari a rischio già dal 1984.

Schede Uccelli