Regolo

Classe: aves | Ordine: passeriformes | Famiglia: regulidae | Specie: regulus regulus

Regolo

Il Regolo, è un uccellino facente parte della famiglia dei Regulidi, è famoso per essere molto minuto, raggiunge infatti un massimo di 10 cm di lunghezza e di 5 grammi di peso. Ha l’aspetto paffutello e arrotondato, il piumaggio molto morbido e setoso è di colore verde oliva, presenta delle striature gialle e bianche in prossimità delle ali e del capo.

Il maschio è distinguibile dalla femmina per il crestino arancione marcato di nero, mentre per le femmine è di colore giallo marcato di nero.

Il regolo è possibile avvistarlo in tutta Europa, non si allontana neanche durante la cosiddetta stagione dei passi, spostandosi semplicemente in zone più calde, senza mai però abbandonare le zone da lui scelte.
Il suo habitat naturale è formato da foreste di conifere sia vicino al mare che alla montagna, non disdegna comunque né i parchi alpini né i giardini delle città. Si nutre principalmente di insetti, larve e ragni che trova scavando all’interno del fogliame.

Nonostante la dimensione ridotta (viene identificato come l’esemplare più piccolo di tutta Europa), il suo richiamo viene udito anche a grosse distanze da tutti gli esemplari.

Non nidifica in tutte le zone in cui normalmente risiede, il nostro Paese è una meta molto ambita per la costruzione del nido. Il giaciglio è di forma sferica e viene costruito con erbe, ragnatele e muschio; una volta terminato viene deposto principalmente sopra i rami esterni (quelli più alti) degli Abeti. La femmina deporrà tra le 7 e le 11 uova, le quali saranno covate per 17 giorni. Una volta nati, i piccoli verranno accuditi e protetti da entrambi i genitori per altri 20 giorni circa.

Quando i nuovi nati prenderanno il volo, non presenteranno ancora la cresta che li distingue tra maschi e femmina, questa comparirà più avanti durante la fase adulta.

Il Regolo è un modello da fotografare molto ambito per i fotografi di tutto il mondo in quanto ha un aspetto molto bello e particolare, purtroppo però, per via dei suoi scatti repentini e frequenti, sono pochi i fotografi che riescono a fotografarlo. Infatti, per questo piccolino si dispongono poche foto rispetto ad altri esemplari.

Schede Uccelli