Artropodi

Gli Artropodi (Arthropoda) sono il Phylum di invertebrati più numeroso e vario. Attualmente se ne conoscono circa 2 milioni di specie divise in 4 gruppi principali:

  • Aracnidi (Scorpioni, Ragni, Zecche)
  • Crostacei (Gamberi, Aragoste, Granchi)
  • Miriapodi (Millepiedi e Centopiedi)
  • Insetti

Gli Artropodi, grazie alla loro grande adattabilità, nei millenni sono riusciti a colonizzare tutti gli ambienti marini, terrestri e aerei.

Trattandosi di invertebrati, gli artropodi non hanno spina dorsale, ma, uno scheletro esterno detto ‘esoscheletro’ diviso in varie parti unite da articolazioni. L’esoscheletro con la crescita viene cambiato secondo un processo conosciuto con il nome di ‘muta’.

Il corpo è solitamente diviso in testa, torace e addome su cui si articolano gli arti. Gli insetti posseggono ali e antenne, mentre le specie che vivono in mare hanno delle branchie con cui respirano. Gli artropodi terrestri, invece, respirano attraverso le trachee.

Gli artropodi sono animali vivipari e ovovivipari, il che significa che si riproducono tramite la deposizione delle uova.

Schede Approfondimenti