Passeriformi

I Passeriformi (Passeriformes) sono uccelli di piccole o medie dimensioni accomunati da alcune caratteristiche anatomiche e morfologiche. Il termine deriva dal latino e significa “forma simile ad un passero” in riferimento al più comune dei rappresentati dell’ordine: il passero.

L’ordine dei passeriformi conta circa 5.300 specie raggruppate in 110 generi. La specie più piccola è il Myiornis ecaudatus che misura appena 6,5 centimetri per un peso di appena 4 grammi. La specie più grande, invece, è l’Uccello del Paradiso che supera il metro di lunghezza.

La maggior parte delle specie sono insettivori o granivori, ad eccezione di alcune specie tropicali che si cibano prevalentemente di frutta. Altre specie, come ad esempio i corvi e le averle, sono carnivore.

La riproduzione avviene attraverso la deposizione delle uova in un nido costruito dalla coppia. Caratteristica dei passeriformi è la monogamia con qualche rarissima eccezione.

I passeriformi hanno un areale di distribuzione molto ampio e si sono adattati a vivere negli habitat più diversi con l’esclusione dell’ambiente acquatico. I loro habitat preferiti sono i boschi e le zone ricche di vegetazione.

Schede Approfondimenti