Tartaruga liuto

La tartaruga liuto è considerata la più grande specie vivente di tartaruga marina esistente, in quanto ci sono esemplari in grado di superare anche i 2 m di lunghezza e 500kg di peso.

La tartaruga liuto, scientificamente chiamata Dermochelys coriacea vivono principalmente nei mari caldi e temperati.

Sono in grado di nuotare anche per una giornata intera, facendo letteralmente il giro del mondo.

Per la ricerca del cibo durante il giorno visitano acque profonde, dove amano cibarsi di animali dal corpo gelatinosi, come ad esempio meduse e quant’altro. La tartaruga liuto infatti è una catalogata come carnivora al contrario della sua specie.

Si presentano dal colore molto scuro, con alcune tonalità grigio azzurre che tendono verso il nero qual volta.

Nonostante possano sembrare a primo impatto alle altre tartarughe, l’esemplare della Dermochelys coriacea non ha scudi ossei che vadano a formare il carapace.

Il suo carapace infatti è composto da innumerevoli placchette ossee le quali sono ben impiantate nell’epidermide.

Inoltre possiede una sorta di “becco” a forma di w. Sul bordo interno sono presenti un grande numero di denti spinosi rivolti verso all’interno, che consentono all’animale di bloccare più facilmente le loro prede.

Grazie alle sue caratteristiche anatomiche viene considerato anche come uno dei rettili più resistenti: è in grado di immergersi infatti ad una profondità superiore di 1000 metri, con immersioni lunghe che talvolta superano anche la mezz’ora arrivando ad un’ora di tempo.

La tartaruga liuto, è un animale solitamente solitario, che nuota singolarmente in acque profonde alla ricerca di cibo, ma ricerca i suoi simili solo in un determinato momento: la riproduzione.

Come tutte le tartarughe, anche questa specie si accoppia in acqua, con un particolare rituale.

Il periodo di riproduzione varia da zona a zona, ad esempio in Costa Rica è tra febbraio e luglio.

I maschi generalmente ritornano nelle stesse spiagge per la riproduzione, mentre per quanto riguarda le femmine si riproducono ad anni alterni.

La femmina infatti depone dalle 60 a 170 uova, ma una gran parte di esse è comunque sterile.

La deposizione delle uova avviene solitamente durante la notte, cercando nelle spiagge aree coperte dalla vegetazione. Dopo averle deposte cercano di coprire il loro nido con la sabbia, sia per mantenere costante l’umidità sia per tenerle al sicuro da possibili predatori in cerca di animali di cui cibarsi.

Le uova si schiudono dopo circa due mesi, e potranno raggiungere la maturità sessuale in un periodo compreso tra i 5 e 12 anni d’età.