American bulldog

Classe: mammalia | Ordine: carnivora | Famiglia: canidae | Specie: canis lupus familiaris

American bulldog

La discendenza dell’American bulldog è di quelle particolarmente antiche, pare infatti che i suoi parenti più lontani accompagnassero i romani durante le battaglie. In realtà così come noi oggi lo conosciamo è nato alla fine del settecento, figlio di bellissimi incroci fra bulldog che venivano impiegati per far da guardia alle proprietà private o al bestiame. 

Aspetto:
La taglia del cane è media e fin dalla prima occhiata da l’idea di un animale forte, potente, dinamico. La sua fisionomia non a caso è solida e muscolosa dettagli che comunque non gli impediscono d’essere cane agile e scattante. Il portamento dell’american bulldog è inoltre elegante e l’animale si dimostra molto attento a tutto quello che lo circonda. 
Il tratto forse più caratteristico è quello della testa, muscolosa e quadrata, con un inconfondibile solco tra gli occhi. 
Gli esemplari maschi al massimo raggiungono il peso di 58 kg mentre le femmine sono decisamente più leggere e piccole. 

Carattere:
Non lo si potrebbe definire né timido né aggressivo quanto piuttosto eroico, specie se in pericolo si trova il proprio amico e padrone. E’ certamente una razza che gode di notevole intelligenza e si sa dimostrare anche particolarmente ubbidiente. E’ disponibile in fase di addestramento e se abituato vive senza alcun problema in appartamento, a contatto diretto e continuo con la propria famiglia verso la quale si dimostra estremamente protettivo.
Ama il movimento quotidiano per cui è razza sconsigliata a chi dispone di poco tempo.

Cure:
Gli esemplari di american bulldog vivono mediamente fra i 10 ed i 16 anni e di norma godono di ottima salute. In più rari casi a seconda della linea genetica d’appartenenza, il cane può soffrire di mali anche particolarmente fastidiosi ai reni e alla tiroide. Il consiglio è comunque quello di garantirgli ottima alimentazione specie in fase di crescita, moto quotidiano, e di farlo visitare periodicamente dal veterinario di fiducia per fugare ogni pericolo.

Varietà di colore:
La pelliccia è corta è dura e il colore di norma si presenta a macchie rosse o marroni e bianche. Non mancano comunque gli esemplari tigrati e fulvi. 

Schede Cani