Categoria: Cani

I canidi sono una famiglia di mammiferi appartenenti all’ordine dei carnivori. Si dividono in 15 generi e in circa 34 specie. In generale i canidi presentano alcune caratteristiche comuni che sono:

  • muso allungato
  • occhi posti frontalmente
  • orecchie diritte
  • coda lunga e folta.

Si tratta di animali capaci di spostarsi molto velocemente e dotati di una struttura fisica molto possente e resistente. Le dimensioni variano da specie a specie, come anche il colore della pelliccia. I canidi, però, hanno tutti una dentatura composta da 42 denti adatta al loro tipo di alimentazione che è essenzialmente a base di carne cruda.
Tra i sensi più sviluppati c’è l’olfatto che usano per cacciare e per orientarsi nel territorio. Vivono generalmente in branchi e condividono le attività di caccia e di difesa. Tendono a marchiare il loro territorio defecando e urinando.

Habitat e distribuzione:
I canidi sono presenti praticamente in tutti i continenti dove si sono adattati ai climi e agli habitat più disparati. Si possono trovare nelle foreste tropicali e temperate, nella savana, nella tundra e nei deserti. La loro attività quotidiana e i loro ritmi sono regolati dalla temperatura e dall’ambiente in cui vivono. Nelle zone calde sono attivi soprattutto di notte, mentre nelle zone temperate sono attivi a tutte le ore. Tra i vari generi quello più numeroso è quello canis che conta sei specie ed è presente in Africa, in Europa, in Asia e nell’America settentrionale.
La specie più importante è il lupo che vive in numerosi habitat tranne che nei deserti e nelle foreste umide.

Riproduzione:
L’organizzazione sociale dei canidi è caratterizzata dalla formazione del branco, un'unità sociale di estrema importanza, dove all'interno si creano dei ruoli ben definiti per la caccia e l'allevamento dei piccoli. Nel periodo dell’accoppiamento sono molto frequenti i duelli tra i maschi di uno stesso branco per conquistare il diritto ad accoppiarsi con la femmina. Dopo l’accoppiamento, la femmina partorisce i cuccioli. La gestazione dura circa quaranta giorni. Appena nati, i piccoli sono ciechi e dipendono in tutto e per tutto dai genitori. L’allevamento dei piccoli spetta ad entrambi i genitori e all’intero branco.

Specie:
La famiglia dei canidi è composta da 34 specie che si differenziano tra di loro per fenotipo e per dimensioni. Le differenze sono il frutto di lunghi processi evolutivi e sono state dettate dalla necessità di adattarsi ad ambienti diversi. La famiglia può essere suddivisa in tre gruppi principali:

  • canidi simili al lupo
  • canidi simili alla volpe
  • altri canidi

I canidi sono una famiglia di mammiferi appartenenti all’ordine dei carnivori. Si dividono in 15 generi e in circa 34 specie. In generale i canidi presentano alcune caratteristiche comuni che sono:

  • muso allungato
  • occhi posti frontalmente
  • orecchie diritte
  • coda lunga e folta.

Si tratta di animali capaci di spostarsi molto velocemente e dotati di una struttura fisica molto possente e resistente. Le dimensioni variano da specie a specie, come anche il colore della pelliccia. I canidi, però, hanno tutti una dentatura composta da 42 denti adatta al loro tipo di alimentazione che è essenzialmente a base di carne cruda.
Tra i sensi più sviluppati c’è l’olfatto che usano per cacciare e per orientarsi nel territorio. Vivono generalmente in branchi e condividono le attività di caccia e di difesa. Tendono a marchiare il loro territorio defecando e urinando.

Habitat e distribuzione:
I canidi sono presenti praticamente in tutti i continenti dove si sono adattati ai climi e agli habitat più disparati. Si possono trovare nelle foreste tropicali e temperate, nella savana, nella tundra e nei deserti. La loro attività quotidiana e i loro ritmi sono regolati dalla temperatura e dall’ambiente in cui vivono. Nelle zone calde sono attivi soprattutto di notte, mentre nelle zone temperate sono attivi a tutte le ore. Tra i vari generi quello più numeroso è quello canis che conta sei specie ed è presente in Africa, in Europa, in Asia e nell’America settentrionale.
La specie più importante è il lupo che vive in numerosi habitat tranne che nei deserti e nelle foreste umide.

Riproduzione:
L’organizzazione sociale dei canidi è caratterizzata dalla formazione del branco, un'unità sociale di estrema importanza, dove all'interno si creano dei ruoli ben definiti per la caccia e l'allevamento dei piccoli. Nel periodo dell’accoppiamento sono molto frequenti i duelli tra i maschi di uno stesso branco per conquistare il diritto ad accoppiarsi con la femmina. Dopo l’accoppiamento, la femmina partorisce i cuccioli. La gestazione dura circa quaranta giorni. Appena nati, i piccoli sono ciechi e dipendono in tutto e per tutto dai genitori. L’allevamento dei piccoli spetta ad entrambi i genitori e all’intero branco.

Specie:
La famiglia dei canidi è composta da 34 specie che si differenziano tra di loro per fenotipo e per dimensioni. Le differenze sono il frutto di lunghi processi evolutivi e sono state dettate dalla necessità di adattarsi ad ambienti diversi. La famiglia può essere suddivisa in tre gruppi principali:

  • canidi simili al lupo
  • canidi simili alla volpe
  • altri canidi


Bovaro delle fiandre

Noto anche come Vlaamse koehond, la paternità del Bovaro delle Fiandre è rivendicata sia dalla Francia che dal Belgio, tanto che ad oggi si è giunti alla conclusione che si tratti di una razza franco belga. Durante il secondo conflitto mondiale non di rado il bavaro delle Fiandre venne utilizzato nei servizi bellici: proprio in...
Leggi l'articolo

Puli

Chi ha visto un cane di questa razza certamente lo ricorda. Caratterizzato da una folta ed insolita peluria il Puli è razza molto antica che con molta probabilità fu introdotta in Ungheria dai Magiari. E’ sicuro che le sue origini siano da ricercarsi in Asia e secondo alcune teorie il Puli discenderebbe direttamente dal...
Leggi l'articolo

Bobtail

Quella del bobtail è razza canina che fa parte del gruppo dei cani da pastore e bovari, la cui origine è tutt’altro che certa. Secondo alcuni sarebbe nato nella contea del Dorset, mentre altri immaginano per il bobtail un’origine nel Sussex o nell’Oxforshire. In ogni caso la razza fu accettata ufficialmente solo sul finire...
Leggi l'articolo

Schnauzer gigante

Noto anche con il nome di Riesenschnauzer, lo Schnauzer gigante è razza canina ben nota e apprezzata nel territorio italiano. Letteralmente schnauzer significa in italiano mustacchi, termine con il quale in Baviera venivano comunemente indicati i baffi. Sembra che l’origine dello Schnauzer gigante sia da ricercare nel cane da pastore del Tirolo e delle Fiandre,...
Leggi l'articolo

Pastore olandese

Si tratta di una razza facente parte del gruppo dei cani da pastore e bovari di origine olandese. In neerlandese il suo nome è Hollandse herdershond e sembra che sia discendente di una razza canina comparsa sulla terra circa 7 mila anni fa, il canis familiaris matris optimae. Parente stretto del Pastore belga, conosciuto a...
Leggi l'articolo

Pastore belga laekenois

La razza fa parte del gruppo dei cani da pastore e bovari, e ha molti tratti in comune con altre razze canine. Pare che il suo nome sia in connessione con il castello di Laeken, nei pressi di Bruxelles, oggi in rovina. Si racconta che il pastore belga laekenois un tempo circolasse nei dintorni...
Leggi l'articolo

Pastore scozzese

Più comunemente noto con il nome di Collie, il cane pastore scozzese appartiene al gruppo dei cani da pastore e bovari. La razza conosce due varietà decisamente simili: il Smooth collie ed il Rough collie che possiedono tantissimi tratti in comune e che in linea di massima vengono allevati e curati nella medesima maniera....
Leggi l'articolo