Impala

Classe: mammalia | Ordine: artiodactyla | Famiglia: bovidae | Specie: aepyceros melampus

Impala

L’impala, scientificamente noto con il nome di Aepyceros melampus è un elegante mammifero appartenente alla famiglia dei Bovidi. Vive le savane africane e la sua sopravvivenza è minacciata dalla forte pressione venatoria cui la specie è stata sottoposta.

Aspetto:
Il suo mantello è bruno tendente al rossiccio, ma si schiarisce sia sui fianchi, sia sul ventre, entrambi praticamente bianchi. Mammifero dalle dimensioni medie, raggiunge a stento l’altezza di 1 metro al garrese, mentre in lunghezza può raggiungere anche i 2 metri. Il suo peso invece si aggira mediamente fra i 50 kg.
Estremamente agile, è capace di cimentarsi in salti sorprendenti: basti pensare che può superare i tre metri di altezza e i 10 metri in lunghezza. Non per niente le sue evoluzioni sono stupefacenti.
Oltre che per la sua agilità l’impala è antilope nota per le sue meravigliose corna, lunghe e a spirale che gli esemplari maschi usano per sfidarsi.

Distribuzione e Habitat:
L’impala vive nelle zone boscose dell’Africa Australe prediligendo la Namibia, l’Angola, il Mozambico, lo Zaire, il Sud Africa, il Kenya, l’Uganda, ma anche la Tanzania. Un tempo presente anche nel Burundi oggi è stato introdotto anche in Gabon dove è riuscito a naturalizzarsi con una certa difficoltà.

Biologia e riproduzione:
L’impala vive in branchi poco numerosi composti da un maschio e alcune femmine. Solo durante la stagione delle piogge quando il cibo è presente in abbondanza, i branchi si fanno più numerosi raggiungendo anche diverse centinaia di individui.

Estremamente agile, il mammifero usa questa sua dote specie durante gli inseguimenti da parte dei predatori che disorienta correndo in diverse direzioni e cimentandosi in impressionanti salti. Di norma il gruppo è tutelato dalla presenza di un impala sentinella che in caso di predatore lancia segnali di allarme che allertano tutto il gruppo.

Creatura erbivora, l’impala sopravvive nutrendosi in special modo di arbusti. 

La gestazione è lunga circa 7 mesi e da luogo alla nascita di un solo cucciolo.

Schede Mammiferi