Piranha

Classe: actinopterygii | Ordine: characiformes | Famiglia: characidae | Specie: serrasalminae

Piranha

Generalità e morfologia:
Esistono quaranta specie di piranha famose per la loro voracità. Lunghi una trentina di centimetri, hanno corpo altissimo, compresso, a forma di losanga, e la seconda pinna  dorsale molle e molto piccola. La bocca è fornita di numerosi denti taglienti come rasoi. Vivono nel bacino del Rio delle Amazzoni e dell’Orinoco, dove frequentano acque di diverse profondità ma calme. Riuniti in branchi, si tengono in prossimità del fondo, precipitandosi in superficie appena vedono una preda.

Il loro olfatto è straordinario e basta versare poche gocce di sangue nell’acqua per vederli accorrere all’attacco. In molti li considerano fra i predatori più voraci di tutta l’acqua dolce. Attaccano ogni animale che passa:dai pesci agli uccelli, dai rettili ai mammiferi, piccoli o grandi che siano. Quando vogliono aggredire un pesce grosso cominciano con il recidergli la pinna caudale, privando il pesce del suo principale organo di locomozione.

Malgrado le modeste dimensioni, nessuna preda è troppo grossa per loro, ed il cavallo, il bue o l’uomo che penetra in acqua, viene subito aggredito da un’orda di questi piccoli pesci, ciascuno dei quali è capace di tranciare un dito con un solo morso. In pochi minuti, della malcapitata vittima, non resta che lo scheletro perfettamente ripulito, nonostante le ferite non siano così gravi, i piranha con i loro morsi, provocano emorragie che tolgono ogni forze alla vittima che non riesce così a fuggire.

E’ constatato che sono attirati principalmente dall’odore ed il sapore del sangue, e le prede più esposte al pericolo sono quelle già ferite. I piranha sono commestibili, e la loro voracità li rende facili da catturare, giacchè si gettano sull’esca. Occorre usare un filo metallico molto robusto da resistere ai morsi dei pesci.

Schede Pesci