Tamia striato

Classe: mammalia | Ordine: rodentia | Famiglia: sciuridae | Specie: tamias striatus

Tamia striato

Si tratta di un simpatico roditore detto anche Chipmunk orientale. Simile sotto diversi aspetti allo scoiattolo che comune, abita prevalentemente nell’America nordorientale, per quanto ad oggi sia ben noto ed amato anche in Europa.

Aspetto:
A caratterizzare questo piccolo scoiattolo sono le sue striature. Per riconoscerlo sarà sufficiente individuare cinque righe nere che ben si armonizzano con una pelliccia di un marrone grigio. Le striature vanno dalle spalle fin alla coda. Tratto inconfondibile è la presenza su ciascun fianco di una riga particolarmente chiara, quasi bianca, racchiusa fra due piccole parentesi nere. Se il pelo sulla pancia è bianca, la coda mantiene invece la medesima tinta della pelliccia. Da notare che proprio la coda, durante la corsa viene tenuta caratteristicamente eretta. Il corpo si presenta tondeggiante e slanciato e può raggiungere da adulto una lunghezza massima di 25 cm di cui 10 almeno sono centimetri di coda. Il muso appuntito, i piccoli baffi laterali e gli occhi grandi e neri, le piccole orecchiette regalano al Tamia striato un aspetto particolarmente simpatico.

Carattere:
E’ vivace, è diurno e in libertà passa praticamente tutta la giornata a ricercare del cibo. E’ un roditore agilissimo e pur vivendo a terra si dimostra un eccellente arrampicatore, ed è capace di muoversi con una certa disinvoltura tra gli alberi. Quando le temperature si fanno troppo alte o troppo basse, il tamia diventa inattivo. Se in natura scendono in una sorta di letargo dal mese di ottobre fino a quello di aprile, in cattività questo atteggiamento si presenta molto di rado.

Cure:
Non è richiesta alcuna vaccinazione per quanto sia consigliato un esame delle feci periodico che controlli l’assenza di eventuali parassiti intestinali. Come accennato soffre particolarmente il freddo ed il caldo, dunque il consiglio è quello di evitare gli sbalzi di temperatura sia in inverno che in estate e proteggerlo dalle correnti d’aria. Essendo animali particolarmente puliti, non richiedono di essere lavati. 

Varietà di colore:
Il mantello è grigio marrone, caratterizzato da alcune strisce nere che proseguono fin alla coda. La pancia invece è invece coperta da una morbida peluria bianca.

Schede Mammiferi