Le 10 razze di cani più curiose

Le 10 razze di cani più curiose, che sicuramente non conoscete, ve le presentiamo noi.

Si tratta di cani dall’aspetto particolare, alcune sono razze addirittura rare.

Se siete interessati ad adottare un cane, dall’aspetto non desueto, potete trovare in questa lista quello che fa per voi. La maggior parte necessita di cure attente e particolari o perché ha un mantello che può annodarsi e sporcarsi facilmente o perché non lo ha proprio.

Le 10 razze di cani più curiose:

Il Xoloitzcuintle

Ok, il nome è impronunciabile e questo è già strano di suo. Si tratta di una razza di cane nudo messicano. Quindi la sua caratteristica è che ha pochissimi peli. E’ un cane molto aggraziato, agile e giocherellone.


Il pastore bergamasco

Lo potreste definire un cane rasta. E’ lanoso, il mantello è molto spesso e richiede una certa cura altrimenti si annoda. La cosa curiosa è che non nascono così, questo mantello assume l’aspetto annodato con il tempo.


L’affenpinscher

Detto anche la scimmia. Il perché è semplice: ci somiglia davvero, anche se in realtà a noi sembra più un piccolo leone. Sono impertinenti, carini e si fanno viziare. Inizialmente veniva addestrato per la caccia ai topi.


Il Puli

Famosissimo perché somiglia tanto ad uno straccio per lavare per terra. Anche qui parliamo di un cane rasta perché le sue ciocche di pelo ricordano molto i dreadlocks. Anche in questo caso il cane non nasce con questo pelo, le “cordicelle” compaiono dopo i nove mesi. Il manto necessita di regolare pulizia e spazzolata per evitare i nodi. E’ un cane dal temperamento vivace e sportivo.


Il Lowchen

Questa razza somiglia davvero molto ad un leoncino, si tratta di un cane con un folto sottopelo che appare come una criniera (fra l’altro tende ad arricciarsi). E’ socievole ed apprende in fretta, si affeziona molto alla famiglia. Piccola nota: è una razza rara pertanto costosa.


Il Razorback cambogiano

La sua particolarità è quella di avere una grande cresta di pelo sulla schiena. Si tratta di un cane tropicale, molto diffuso in Cambogia. E’ una razza molto territoriale che abbaia poco, è affettuoso e giocherellone. Agile e con una forte resistenza, resta molto diffidente con gli estranei e difatti nasce come cane da guardia.


Il Lagotto Romagnolo

Si tratta di una razza ipoallergenica, pertanto adatta a chi soffre di allergie al pelo del cane. Il manto è lungo, crespo, lanoso e quindi necessita di cure costanti ed attenzioni. E’ un ottimo cane da tartufo poiché ha un eccellente odorato. Ama fare passeggiate, è facile da addestrare, gioca volentieri e fa tanta compagnia.


Il bedlington terrier

A guardarlo di sfuggita direste che è un agnello, invece si tratta di un cane. Ha un carattere socievole, dolce ed ha un naturale istinto predatorio. Il manto va tenuto corto ed essendo riccio va costantemente spazzolato. Veniva spesso impiegato nella caccia ai conigli.


Il cane nudo cinese

Non piace a tutti, ma il suo carattere affettuoso e giocherellone conquista anche chi non ama il suo aspetto molto particolare. C’è da dire che occorre spalmarlo di crema solare in estate altrimenti rischia l’insolazione. E’ bene usare prodotti particolari per mantenere la sua pelle pulita ed idratata. E’ un ottimo cane da compagnia.


Il mastino napoletano

E’ il classico molosso: gigantesco, tutto bava e pieghe. Ha un aspetto davvero imponente e particolare. E’ un cane che necessita di molte cure ma è di un affetto impagabile. Non abbaia molto, è leale e dal temperamento equilibrato.


Qual è secondo voi, fra questi, il più particolare?