Marabu

Classe: aves | Ordine: ciconiiformes | Famiglia: ciconiidae | Specie: leptoptilos

Marabu

Generalità e morfologia:
In Africa e in Asia si incontrano tre specie di marabù la più comune è il marabù africano. E’ un grosso ciconide di circa 1,50 m di lunghezza il cui collo in massima parte privo di penne presenta una sorta di tasca rossa collegata al sistema respiratorio che pende sul petto. Si riproduce in quasi tutta l’ Africa a sud del Sahara dal Senegal e dal Sudan sino al fiume Orange e alla Beciuania. Lo si incontra sempre in prossimità di grossi villaggi ed in particolare vicino ai macelli. I suoi movimenti sono calmi e composti; allorché si crede inseguito valuta con un colpo d’ occhio la distanza che lo separa dal nemico e di conseguenza modifica la sua andatura fermandosi non appena l’ inseguitore si ferma.

Nelle pianure estese è praticamente impossibile avvicinarlo.

Il suo volo è maestoso e somiglia molto di più a quello dell’ marabù che a quello della cicogna. Pochi uccelli sono voraci quanto il marabù . Mangia ogni sorta di vertebrati compresi i giovani coccodrilli molluschi ed insetti in particolare locuste di cui fa grande consumo rendendosi prezioso per l’ agricoltura. Sono le carogne che costituiscono la parte essenziale della sua alimentazione. Poco litigioso il marabù contende continuamente il cibo ad avvoltoi e sciacalli né indietreggia di fronte ad alcun rapace. Nidifica solo su grossi alberi oppure in colonie su una vetta rocciosa.

Il nido abbastanza piccolo in rapporto alle dimensioni dell’ uccello ospita due o tre uova bianche la cui incubazione si protrae per circa trenta giorni. I piccoli rimangono nel nido per circa quattro mesi prima di aver appreso a volare.

Schede Uccelli