Home Insetti La falena

La falena

Falena
La falena

La falena, animale notturno e crepuscolare viene spesso confuso con la farfalla.

No products found.

Come quest’ultimo, la falena appartiene alla famiglia dei lepidotteri (ordine di insetti). Dall’aspetto assai simile ad una farfalla, la falena dopo un’attenta analisi mostra non solo caratteristiche e abitudini diverse dalla farfalla, ma anche aspetti completamente diversi.

La falena infatti, nonostante ami volare durante le ore notturne è molto attratta dalle fonti luminosi artificiali, motivo per il quale la troviamo spesso in giro per casa, disorientate a al tempo stesso attratta dalla luce emessa dalle lampadine e altri elettrodomestici.

Aspetto fisico e caratteristiche falena

La falena si distingue per i suoi colori pochi vivaci, spesso opachi e una vistosa peluria presente sulle ali, sulla testa e sul resto del corpo.

Si caratterizza inoltre per i suoi colori tendenti al grigio, marrone e al nero, assai efficienti per mimetizzarsi durante il giorno.

Da una forma più tozza e paffuta della farfalla è spesso questo l’elemento principale per distinguere le due specie.

La falena inoltre è composta da 6 arti attaccate alla parte inferiore del torace, utilizzate per arrampicarsi.

Habitat naturale

La falena è spesso difficile notarla e trovarla durante il giorno, questo perché, come accennato prima, dalle colorazioni nitide e poco vivaci è spesso nascosta su un tronco di un albero, su una foglia o su un muro di una casa a mimetizzarsi.

Grazie alle sue sfumature, troverà sempre una superficie su cui “nascondersi” e mimetizzarsi.

A differenza delle farfalle la falena non ama viaggiare durante il giorno ma solo di notte.

Alimentazione falena: di cosa si nutre?

La dieta della falena è assai variegata, contenenti elementi completamente diversi tra loro, dal semplice nettare alla lana, alla corteccia degli alberi.

Anche se bisogna sottolineare come questo piccolo insetto ami nutrirsi delle uova.

Oltre a ciò, le falene si nutrono prevalentemente di:

  • Cheratina, la proteina presente sia nei capelli che nella lana, è uno degli alimenti preferiti di questo animaletto.
  • Piante, alberi e nettare: come accennato prima le falene sono veri e propri parassiti degli alberi. Amano cibarsi della corteccia degli alberi, potendo starci ore e ore. Molte di esse si nutrono anche del nettare che viene prodotto da alcune piante.
  • Detriti: materiale organico decadente, come ad esempio pelle, insetti morti e capelli, che spesso riescono a ricavarlo tra i tappetti o la moquette.

La dieta della falena varia anche molto da specie a specie, alcune di esse infatti, smettono pure di nutrirsi all’età adulta.

Predatori: chi sono i suoi nemici?

Come le farfalle, anche le falene sono spesse prede di ragni, vespe e anche uccelli.

Se le farfalle sono riuscite a sviluppare una nuova tecnica per difendersi, anche le falene si sono sviluppate con nuovi metodi di autodifesa. Quest’ultime sono in grado di far espellere dei fluidi per contrastare la predazione da parte di uccelli e talvolta anche di formiche.