Talpa naso a stella

Classe: mammalia | Ordine: erinaceorpha | Famiglia: talpidae | Specie: condylura cristata

La talpa naso a stella, chiamata anche con il suo nome scientifico Condylura cristata, è un mammifero davvero particolare, noto per la sua particolarità da qui deriva il suo nome.

Il suo muso infatti termina in una sorta di disco, formato da 44 denti e 22 tentacoli rosa disposti a raggio che ricordano molto la figura di una stella.

Agitandoli freneticamente tasta l’ambiente circostante nella ricerca di insetti, crostacei e altri animaletti di cui ama nutrirsi.

La talpa naso a stella famosa per l’appetito insaziabile e il suo metabolismo molto elevato, appartiene alla famiglia dei talpidi, ordine degli insettivori.

Diffusa in modo particolare nelle zone dell’America settentrionale, vive principalmente in zone umide e paludose.

Si presenta con un mantello nero, un peso che si gira intorno ai 50 grammi (il doppio di un topo) e una coda di una lunghezza tra i 5 e 8 cm. Inoltre gli arti anteriori (muniti unghie molto affilate e lunghe) che sono molto più sviluppati di quelli posteriori servono all’animale per scavare grandi tunnel sotto terra alla ricerca di insetti, lombrichi, larve e quant’altro.

Questo animale dal naso a stella presenta inoltre uno dei migliori olfatti, anzi l’olfatto più sensibile di tutti i mammiferi, e cosciente di esso lo usa in tutto le occasioni, anche sott’acqua.

La talpa infatti oltre ad essere abile nello scavare buchi sotto terra è molto nota anche per le sue abili competenze di nuoto.

Per quanto riguarda la riproduzione e l’accoppiamento del naso a stella, la femmina si accoppia una sola volta all’anno, precisamente nel tardo inverno o all’inizio della primavera. I cuccioli nati di media sono 4 o 5, mai di più, e dopo qualche settimana dalla loro nascita avviene lo svezzamento.

È un animale sia notturno che diurno, ed è molto più socievole rispetto alle altre talpe. La talpa dal naso stellato non va mai in letargo, infatti è attivo anche durante il periodo dell’inverno inoltrato, scavando e costruendo la sua tana in mezzo alla neve.

Vive in gruppi sciolti ma è possibile infatti vederlo in giro anche senza altri esemplari della sua specie.

Spesso anche vittima e non solo predatore, troviamo tra quest’ultimi vari animali tra cui i più famosi possiamo citare ad esempio il grande gufo cornuto, il falco dalla coda rossa e molti altri rapaci, talvolta è anche preda di enormi pesci.

Schede Mammiferi