Home Elenchi speciali L’animale più bello del mondo

L’animale più bello del mondo

193

L’animale più bello del mondo è stato a lungo cercato, raccontato, descritto e finalmente si è giunti ad una conclusione.
Il gatto, sopra tutti, sembra esser stato giudicato l’animale in assoluto con più fascino.
Esattamente il premio di felino più bello se l’è aggiudicato il caracal che andiamo a conoscere.

Caracal: l’animale più bello del mondo

I caracal appartengono alla famiglia dei felidi e sono imparentati con il Serval. Il suo vero nome è syahgosh o shyahgosh, che in persiano che significa “dalle orecchie nere“. Un altro nome con cui è conosciuto è rooikat, “gatto rosso”. Più comunemente è noto come ”lince del deserto”.

Sono principalmente diffusi nel Nord dell’India e del Pakistan ma sono originari dell’Africa, Medio Oriente e subcontinente indiano.

Le leggi che difendono il caracal

La legge 150 del 1992 è quella che regola «il commercio internazionale di specie animali in via d’estinzione» e «di esemplari vivi di mammiferi e rettili che possono costituire pericolo per la salute e l’incolumità pubblica» e pertanto regola anche il commercio del caracal.

Purtroppo il carcal viene commerciato illegalmente come animale domestico perché è facilmente addomesticabile. Secondo alcuni pareri il caracal è un perfetto compagno da appartamento. Si tratta invece di un animale selvatico, non adatto alla vita in città e va tutelato. In spazi chiusi e costretto a ritmi che non conosce po’ diventare frustrato quindi mordere o distruggere ciò che lo circonda.

Caratteristiche e descrizione dell’animale più bello del mondo

Il caracal ha un’altezza media di 50 cm, e può pesare da 14 kg fino a un peso poco superiore a 20 kg.
Ha una coda lunga circa 25 cm, è di conformazione fisica robusta ma basso ed ha la testa piccola. Le orecchie sono lunghe ed appuntite che terminano con ciuffi di peli neri, secondo gli studiosi hanno un ruolo nella comunicazione intraspecifica, ossia tra individui della medesima specie, poiché aiutano a incanalare il suono verso il lungo condotto uditivo.

Il colore del manto è scuro sui fianchi mentre sul ventre, sul petto e sulla pancia è grigio chiaro con puntini rossi e bruni.
Gli occhi sono contornati da strisce scure ed ha una macchia scura che circonda il muso.

Può vivere fino a diciassette anni.

Carattere ed abitudini

E’ molto docile, affettuoso e dolce. Ama dormire come del resto tutti i felini. E’ un animale notturno e solitario, si accoppia nella stagione degli amori ma non è gregario.
Ama nascondersi nelle tane delle volpi e dei ricci durante il giorno per schiacciare lunghi e tranquilli pisolini. Se viene disturbato o si sente minacciato sale sugli alberi.

Salta, corre, si arrampica, è davvero instancabile e molto agile, lo si denota soprattutto nella caccia agli uccelli. Ama tendere agguati ai volatili e cerca di acchiapparli in volo, solitamente ci riesce. Nonostante il suo essere massiccio è molto aggraziato e denota un carattere intelligente nello schema degli appostamenti che fa alle sue prede.

Habitat

Predilige le regioni secche, aride. Ama i terreni aperti con pochi alberi, le dune sabbiose, non ama invece le zone boscose ed umide. E’ difficile trovarlo presso stagni, laghi e corsi d’acqua.

Alimentazione

Si nutre di antilopi piccole e di giovani pecore. Attacca anche gallinacei, serpenti, rettili, piccole gazzelle, scoiattoli, manguste, lepri e i dik dik.

Riproduzione

Il caracal può dare alla luce fino a tre piccoli per gestazione. Può figliare in un albero cavo, fra le rocce o anche nelle tane degli altri animali.
I cuccioli nascono dopo circa 78 giorni di gestazione, sono ciechi e coperti di peluria scura. Aprono gli occhi tra il sesto e il decimo giorno, raggiungono la maturità sessuale a due anni.